Posizione del ragno: il Kamasutra per l'orgasmo simultaneo

Fai una domanda

Con la posizione del ragno, il Kamasutra indica agli amanti come tessere insieme la tela del piacere alla ricerca dell'orgasmo simultaneo. 

Con la posizione del ragno gli amanti possono dirigere la danza in maniera reciproca. © Artem Furman/123RF


Posizione del ragno: istruzioni per il piacere

Gli amanti che amano guardarsi durante il sesso devono sfogliare il Kamasutra e sperimentare la posizione del ragno: la donna è supina, le gambe sono piegate e, reggendosi sulle punte dei piedi, solleva il bacino; l’uomo è inginocchiato tra le cosce di lei e con le braccia le sostiene i glutei. Insieme, gli amanti, tessono la tela del piacere fatta non solo della penetrazione ma anche degli sguardi e delle carezze che i partner possono scambiarsi durante l’amplesso.


La posizione del ragno illustrata

Con la posizione del ragno gli amanti possono guardarsi, toccarsi e sincronizzarsi. © Mathilde Morieux

L’aspetto più eccitante della posizione del ragno è la danza erotica degli amanti che, in qualsiasi momento, possono prendere (perdere?) il controllo della situazione e aumentare o diminuire l’intensità del rapporto. Può farlo la donna decidendo di muovere il bacino avanti e indietro o con movimenti circolari per stimolare il clitoride, mentre l’uomo sta immobile, limitandosi a reggere il peso del corpo oppure, viceversa, può farlo l’uomo, lasciando alla donna la possibilità di godere senza sforzi. Naturalmente la danza può essere un’alternanza reciproca fino a sfiorare il punto di non ritorno.


Orgasmo simultaneo con la posizione del ragno

Grazie al gioco di sguardi e alla possibilità di toccarsi, con la posizione del ragno i partner possono intuire i rispettivi tempi del piacere riuscendo, spesso, a sincronizzarsi e a raggiungere l’orgasmo simultaneo. Inoltre, come due ragni che tessono la stessa tela del sesso con ritmo, consapevolezza, calma e senza affanno nella respirazione, la posizione è perfetta per coltivare la ricerca dell’estasi del tantra: la disciplina che trasforma la sessualità in un’estasi.

Potrebbe anche interessarti