1
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Storie di Gioia: lo spot Kinder che commuove le mamme [Video]

Kinder lancia lo spot (strappalacrime) Storie di Gioia e, intervistando genitori e figli, ammonisce le mamme e i papà: "Basta sensi di colpa, ogni momento insieme è quello che conta".

Lo spot Kinder Storie di Gioia subito virale insegna ai genitori a combattere i sensi di colpa perché, spiegano i figli, "ogni momento insieme è quello che conta".


Maternità?
Nel dizionario del genitore moderno (o, forse, in quello del genitore in generale) fa rima con senso di colpa. Poco ma sicuro. 

Da quando appare la famosa doppia linea sul test di gravidanza i sogni galoppano: s’immaginano teneri sorrisi, ore di coccole sul lettone, carezze date in punta di dita, favole sussurrate nella penombra di una stanzetta accogliente. Ma poi, si sa, l’umano (e materno) pensiero va ben oltre. Ed è lì che s’inizia a sognare di quando quello che adesso è solo un abbozzo di cellule sarà grande, e via alla definizione di ogni dettaglio del pomeriggio medio, un pomeriggio tra colori a tempera, pasta di sale, ricette condivise, risate, balli scatenati, salti sul letto, corse sul prato e via ancora. 

Poi la creatura si forma, nasce, arriva e mentre lo si osserva sorridente sul lettone c’è da metter su la lavatrice, mentre lo si coccola nella stanza debitamente accogliente (anche se resta sempre qualche scatolone nell’angolo) le punte delle dita più che sfiorare adoranti la testolina del nuovo arrivato schiacciano convulsamente sui tasti per mandare quell’ultima, imprescindibile, mail. Poi cresce, sì, ed è allora che si capisce che più che la pasta di sale c’è da metter su la cena, più che le ricette gourmet da condividere tra nuvole di farina e risate c’è il surgelato da scongelare e la tele da accendere che così (almeno) si riesce anche a stendere il bucato. Insomma, lavoro, gestione della casa, obblighi familiari: una tragedia, anzi no, più che altro un ininterrotto senso di colpa.

Ma i bambini, quei frugoletti a lungo attesi per i quali si erano immaginati tante gioiose raffigurazioni domestiche, si sentono davvero messi da parte? A chiederglielo direttamente è stata la nuova campagna pubblicitaria (strappalacrime) prodotta in casa Kinder e raccontata nell’adv Storie di Gioia. Uno spot di due minuti nel quale i grandi spiegano i sensi di colpa e i piccoli rispondono ricordando tutte le mitiche avventure quotidiane condivise (tipo la pastasciutta cucinata insieme), una pubblicità nella quale – al ritmo della musica incalzante – i genitori si scusano e i figli si emozionano raccontando la gioia dei piccoli gesti (tipo “il giretto”). 

Piccoli gesti di ogni giorno che, certo, ogni genitore potrebbe far meglio; piccoli gesti di ogni giorno che, altrettanto certamente, sono la prova tangibile dell’amore. Un amore che - spezzettato, impegnato, movimentato, lontano da quei sogni, sempre un po’ falsati - è prima di tutto un amore vero. E i bambini, questo, lo sanno perché – conclude lo spot – “ogni momento insieme è quello che conta”. Meglio ricordarselo in ognuno di quei momenti. No?


Copyright foto e video: Kinder
Il documento intitolato « Storie di Gioia: lo spot Kinder che commuove le mamme [Video] » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.