Dolore al braccio destro

Fai una domanda
Dolori al braccio destro: infarto? No. Le cause possono essere svariate ma a differenza del dolore al braccio sinistro, non è associato direttamene all’attacco cardiaco.


Braccio destro indolenzito

Se il braccio è indolenzito, questo può dipendere da un’errata postura prolungata, quando il dolore si associa ad una sensazione di formicolio. Tra le altre cause anche l'eventuale ripetizione, assidua, di un dato movimento (sopratutto se si fanno lavori manuali che comportano un certo sforzo fisico) o ancora a seguito di un trauma, un urto accidentale, tendinite, lievi artrosi sia della colonna che del braccio stesso.

Cause

La prima causa da escludere è un trauma, che possa provocare dolori: quindi fratture, contusioni, distorsioni. Non bisogna pensare subito ad un infarto infarto, in quanto il dolore al braccio destro è associato anche da altri patologie cardiache come l’angina pectoris o ad una cattiva circolazione sanguigna. Causa del dolore al braccio destro più frequente è una forma di artrosi cervicale, perché si origina nelle vertebre del collo causando male al braccio.

Dolore al braccio destro e spalla

Sia le contratture muscolari sia alcune tendinopatie possono provocare dolore al braccio che si irradia dalla spalla al polso e al gomito, fino al braccio. Tra le eventuali cause anche la sindrome dello stretto toracico superiore causa dalla compressione delle arterie.

Dolore al braccio destro: cosa fare

A seconda dell'entità del dolore e di eventuali sintomi associati è bene contattare il medico. Se in presenza di cardiopatie, quindi angina o infarto, sarà il soccorso medico a praticare la dovuta prassi. In altre situazioni, quali traumi o contratture, non bisogna preoccuparsi se il dolore non persiste per più del tempo necessario, altrimenti è bene consultare il proprio medico curante per provvedere ad eventuali accertamenti che possano diagnosticare una causa soggiacente da curare per risolvere il problema.


Foto: © frameangel - 123RF