0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Maria Elena Boschi, i mille impegni e nemmeno un minuto per i corteggiatori

Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi si confessa nel libro di Bruno Vespa: non ha tempo per niente che non sia il lavoro, figuriamoci per i corteggiatori. Unica eccezione: gli amici storici e i fratelli.

Maria Elena Boschi, Ministro per le Riforme, si confessa nel libro di Bruno Vespa, "Donne D'Italia".


Si definisce “il capo della squadra di pronto soccorso del governo”, non ha potere - “sono solo una persona che lavora molto” - e non ha tempo. Maria Elena Boschi, il ministro delle Riforme, non ha tempo per niente, figuriamoci per farsi corteggiare. Non ne ha per andare al cinema, né durante la giornata per studiare le carte su cui lavora (e infatti per farlo le tocca anticipare la sveglia alle cinque del mattino). 

Va così, la vita di Maria Elena: “Seguo molti tavoli, dentro al ministero e fuori, stiamo tenendo ritmi incredibili per portare a casa i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Do il mio contributo seguendo quello che è un atteggiamento coerente della mia vita. Ma non gestisco niente, a parte il mio lavoro”. Le confidenze sono estratte dal libro di Bruno Vespa Donne d’Italia, di cui il settimanale Oggi riporta alcune anticipazioni.

Insomma la Boschi si sente una sorta di ER governativo, e infatti paragona la squadra di Matteo Renzi a un ospedale. “Il governo è come un ospedale con molti capi reparto. Io sto al pronto soccorso, debbo guardare un po’ di tutto”. È certa di godere della fiducia assoluta del premier: “Io so come la pensa lui. Riesco a immaginare più di altri quel che farebbe lui su certi temi. Questo accade anche con Luca Lotti, Graziano Del Rio e Paolo Gentiloni”. Avendo poco tempo, effettivamente, pensare come il capo ha i suoi vantaggi.

Nella vita privata invece la ministra vorrebbe “andare al cinema o a teatro, ma come si fa? Mi muovo un pochino di più dell'anno scorso, durante la settimana le giornate sono davvero pesanti”. C’è però una cosa a cui la Boschi non rinuncia: “Una serata me la prendo. I miei amici storici di Firenze, quelli dell’università e dei primi anni da avvocato, vengono a Roma una volta alla settimana e ceniamo insieme". E poi ci sono i fratelli, due: Emanuele (vive tra Arezzo e Firenze) e Pier Francesco (vive in Sicilia). Anche loro ogni tanto sono a Roma e sono l'eccezioni che permettono di vedere Maria Elena accompagnata: “Entriamo in un ristorante e di solito il proprietario mi dice sottovoce con aria complice: abbiamo preparato una saletta. E io: guardi che è mio fratello”. Niente corteggiatori: non c’è tempo.

Copyright foto: Kika Press
Il documento intitolato « Maria Elena Boschi, i mille impegni e nemmeno un minuto per i corteggiatori » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.