0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Sesso e gravidanza: 10 domande e risposte

La sessualità femminile non è del tutto azzerata solo perché una donna è incinta. Il sesso nella vita di una coppia può andare di pari passo con i mesi di gravidanza.

Si può fare sesso durante la gravidanza, ma la libido femminile varia da donna a donna.


La vita sessuale cambia durante la gravidanza?

Ogni coppia vive i momenti intimi a suo modo. I cambiamenti dipendono da ciascuno. Il corpo della donna cambia, il suo stato d'animo anche. Da parte sua, il partner si fa molte domande e può avere delle paure. Questi nove mesi sono perciò speciali nella vita di una coppia: per alcuni, questo periodo è ottimo a livello sessuale, per altri è proprio il contrario. A grandi linee, però, si può dire che i desideri variano secondo i trimestri.

Perché la libido varia in gravidanza?

Oltre a tutti gli aspetti psicologici che positivamente o meno agiscono sulla vita sessuale di una coppia, i cambiamenti ormonali e fisici in questo periodo possono anche giocare sul desiderio.

Il primo trimestre

Nel primo trimestre, i seni sono tesi, la nausea frequente... Questi fastidi fanno diminuire il desiderio sessuale in alcune donne in gravidanza e quindi la libido, in generale, soffre una caduta. Dunque ormoni e stanchezza influiscono sul desiderio, come si legge nel libro La mia gravidanza in 300 domande e risposte di Marjolaine Solaro (Antonio Vallardi Edizioni).
Questo è anche il momento in cui si ha paura degli aborti e, anche se non ha alcuna correlazione con il sesso, occupa le menti delle donne incinte durante i primi mesi.

Il secondo trimestre

Il secondo trimestre è un periodo abbastanza buono per le relazioni sessuali, anche se la cosa varia sempre da donna a donna. A partire dal quarto mese, la gravidanza si rivela fisicamente, il ventre si è arrotondato, i seni hanno preso volume, le mamme in attesa, quindi, possono adesso sentirsi desiderabili. Inoltre, il bambino comincia a muoversi, così la paura dell’aborto scompare; per non parlare delle zone erogene che sono irrigate di sangue più del solito e quindi più sensibili alla stimolazione.

Il terzo trimestre

Per alcune donne, il terzo trimestre è identico al secondo. Per altre, le voglie diminuiscono perché il parto è imminente. In questo periodo, anche se le cose si complicano a causa della pancia che occupa molto spazio, il sesso è sempre possibile, fino al parto (a meno che non sia controindicato dal medico). Questi ultimi mesi di gravidanza sono l'occasione per scoprire altri piaceri e provare nuove posizioni.

Quali posizioni assumere durante la gravidanza?

State tranquille: la metamorfosi fisica durante la gravidanza non è un ostacolo all'intimità! Va bene tutto, ovviamente, facendo attenzione a non premere il ventre.
Nel primo trimestre, siamo in grado di fare qualsiasi cosa. Meglio evitare le posizioni in cui l'uomo è sopra alla donna, per non amplificare il dolore al seno, frequente all'inizio della gravidanza.

Nel terzo trimestre, quando il ventre è più ingombrante, lasciate libera la vostra immaginazione. Le posizioni consigliate in questo periodo: sdraiati fianco a fianco (a cucchiaio), a quattro zampe (pecorina), sul vostro partner voltandogli le spalle (cavalcata normanna) o ancora seduti (l’abbraccio a fior di loto).

Quando è sconsigliato fare l'amore?

Solo un’indicazione medica può farvi smettere di avere rapporti sessuali. Il medico o l'ostetrica ve lo sconsiglieranno all'inizio della gravidanza, o in caso di emorragie importanti, o perché avete una storia di aborto spontaneo ricorrente. Quando i rischi scompaiono, l'équipe medica vi dirà se o non dovete continuare ad astenervi.

Ho delle contrazioni dopo l'orgasmo, è normale?

Uno dei miti sul sesso durante la gravidanza è che l'orgasmo provochi le contrazioni. State tranquille, non si tratta di contrazioni da travaglio! Non vi è alcun rischio che fare sesso conduca al parto. Il bambino è nella tasca di liquido amniotico, per cui non sente queste piccole contrazioni, che sono per lo più contrazioni "riflesse".
Gli studi hanno dimostrato che la dose di prostaglandina nello sperma è molto piccola e quindi non può indurre il parto. Questo ormone può innescare delle contrazioni ma non il travaglio.

Ho qualche goccia di sangue, il mio compagno ha toccato il feto?

Verso la fine della gravidanza, il rapporto sessuale può causare un leggero sanguinamento a causa della vascolarizzazione della vagina. Ma si tratta solo di piccole tracce che non hanno nulla a che fare con l’abbondanza di sanguinamento tipico delle mestruazioni. Il pene, inoltre, non può toccare il feto perché è protetto dalla cervice. Il bambino è al sicuro nel sacco amniotico. L'atto sessuale non lo disturba e non se ne rende nemmeno conto. 

Perché il mio compagno non vuole più fare l'amore?

Nel terzo trimestre, il padre può avere paura perché il bambino si muove di più. È quindi consapevole del fatto che ora si sia in tre e può dunque essere influenzato da questi cambiamenti, sia fisici che psichici.
Se il vostro compagno ha un blocco, parlatene! Il dialogo è indispensabile in una coppia, specialmente in questo periodo. La futura madre deve prima spiegare al compagno che non vi è alcun rischio di toccare o danneggiare il bambino durante un rapporto. 

Posso usare dei sex toys?

Non ci sono contro-indicazioni per l'uso dei sex toys, ma alcuni esperti restano cauti e preferiscono scoraggiare l'uso di tali “giocattoli” nella vagina.

In alcune donne in gravidanza, la lubrificazione è più abbondante del solito. Ma per altre, però, a causa degli ormoni o della mancanza di libido, è esattamente l'opposto. Per rimediare a questo problema, si può continuare a utilizzare un gel lubrificante, ma è meglio comprarlo in farmacia chiedendo sempre il parere del vostro medico

Non ho voglia di fare sesso, perché?

La gravidanza cambia molte cose, il desiderio sessuale può essere addirittura inesistente durante questo periodo. Alcune donne sono completamente focalizzate sul bambino, ma è importante rimanere vicino al proprio compagno
Se una donna non desidera fare l'amore, bisogna però continuare la funzione erotica in modo diverso, con baci, abbracci, carezze. La sensorialità prende allora tutta la sua importanza in un nuovo modo di scoprire l'altro. Anche in questo caso, il dialogo è essenziale e la futura mamma deve rassicurare il futuro padre spiegandogli che ha un posto nel trio nonostante la sua mancanza di desiderio sessuale.

E dopo la nascita?

Per molte, non è facile riprendere la vita sessuale "normale" dopo il parto. Dopo la nascita, la preoccupazione materna è la principale per le giovani mamme. E l'uomo è spesso messo da parte. 
Oltre alla psiche, il recupero fisico dopo il parto ha ovviamente un ruolo importante nella ripresa del rapporto sessuale. Si consiglia di attendere almeno 15 giorni dopo aver dato alla luce il bambino per via vaginale. Se è stato praticato un cesareo, bisognerà attendere più a lungo a causa della sensibilità della zona.
In tutti i casi, ci vuole dolcezza! In caso di blocco o di dolore, ostetriche e ginecologi sono lì per consigliarvi.

Copyright foto: Fotolia
Il documento intitolato « Sesso e gravidanza: 10 domande e risposte » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.