Fiorello: "Avevo sette nei sul pene". E l'anestetico...

Fai una domanda
Rosario Fiorello sceglie Periscope per parlare del rischio di tumore al testicolo. E racconta la sua disavventura personale. Un gruppo di nei del pene, che sono stati rimossi. Previa anestesia.

Fiorello racconta la sua esperienza per spingere altri uomini alla prevenzione contro il tumore al testicolo.


Durante un'intervista per Sky su Periscope, Fiorello affronta con la solita ironia un tema piuttosto serio: la prevenzione contro i tumori al testicolo. Tutto comincia da dei semplici nei.

Dopo qualche battuta iniziale, risponde ai follower raccontando la propria esperienza: "Sono stato operato di melanoma alla schiena… il dermatologo voleva controllare tutto, dai capelli al pisello, e verificare l’esistenza dei nei. Io mi abbasso le mutande, tiro fuori la belva e lui mi guarda: 'Hai sette nei'. Ed io: 'Che bisogna fare?!'. Me li hanno tolti subito”, ha raccontato. Senza tralasciare alcun dettaglio "Mi hanno fatto le punture di anestetico sul pisello. Sono stato per venti giorni come un pacco regalo. Ero tutto fasciato. Avevo tipo un bozzo”.

Secondo l'Airc, l'Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro, i tumori del testicolo sono abbastanza rari (circa l'1% del totale dei casi) e colpiscono soprattutto la popolazione giovane, in genere tra i 15 e i 45 anni. Non esiste un iter specifico di prevenzione ma l'associazione sottolinea l'importanza dell'autopalpazione del testicolo, da fare mensilmente dopo un bagno caldo.

Copyright foto: Kika Press

Potrebbe anche interessarti