0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Audrey Nethery, 6 anni: la malattia rara non ferma la star della zumba

Audrey Nethery, affetta da l'anemia di Diamond-Blackfan, è una star della rete. La sua passione è la zumba: a 6 anni ha aperto la convention a Orlando, in Florida, conquistando il mondo. 

I medici diagnosticarono l'anemia di Diamond-Blackfan quando Audrey Nethery aveva 2 mesi. Adesso è una star della zumba.


A soli sei anni Audrey Nethery è una star della rete già catapultata sul palco vero. L’ultimo quello della convention della Zumba, a Orlando in Florida, dove ha ballato come se ballasse da sempre, senza perdere un passo, sorridente, in prima fila davanti ai grandi. Il che, per una volta, è un’ottima notizia. Perché Audrey è una bambina speciale e la sua popolarità foraggia una causa importante: a due mesi i medici le hanno diagnosticato l'anemia di Diamond-Blackfan, che colpisce il midollo osseo provocando anomalie congenite incluse differenti malformazioni all'apparato scheletrico e la costringe a continue trasfusioni per riequilibrare il numero di globuli rossi nel sangue. Si tratta di una malattia rara e se il successo della piccola, oltre a far bene all'umore, incrementa il dibattito (e le donazioni), le sue prospettive non possono che migliorare. 

Tutto merito dei suoi genitori, Scott e Julie Haise di Louisville, nel Kentucky, che non si sono mai dati per vinti. Quando Audrey ha compiuto un anno l’hanno iscritta a un corso di danza. Poi, per caso, hanno scoperto la Zumba e niente è stato più come prima: Audrey se n’è innamorata fin da subito e da allora non ha mai smesso: “quando non balla, la canta” racconta la mamma che ha iniziato, insieme al papà, a postare i video sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dedicato alla raccolta fondi macinando centinaia, migliaia, perfino milioni di click. Al punto da spingere gli organizzatori dell'evento ufficiale a invitarla a esibirsi sul palco.  

Una sfida che la piccola ha gestito come una grande, senza sbagliare nulla, senza paura: “Ogni volta che la vedo ballare - racconta Julie -, anche quando è sola nella sua classe, mi commuovo, ma vederla su quel palco è stato incredibile. Quando balla Audrey  è felice e contagia tutti quelli che la stanno a guardare”. Vedere per credere. 


Copyright foto e video: Facebook@Audrey's DBA Photo Booth
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo