0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Avril Lavigne: sono stata malata, ho avuto paura di morire

Scomparsa dallo scorso ottobre, Avril Lavigne ha sciolto il silenzio raccontando di aver contratto la malattia di Lyme. Ora sta (quasi) bene ma l'esperienza l'ha cambiata nel profondo. Il suo prossimo progetto è realizzare un album natalizio. Il marito Chad le è sempre stato accanto.

Durante i sei mesi di malattia di Avril Lavigne, il marito Chad Kroeger ha spesso abbandonato il tour per starle vicino.


Era scomparsa dalla scena. Nessuno ne sapeva più nulla, nemmeno suo marito che, laconico, rispondeva alle domande senza dare dettagli tanto che i gossip li davano ormai ex. Il mistero di Avril Lavigne, una delle pop star più amate dei tempi moderni, ha tenuto i fan di mezzo mondo con il fiato sospeso per sei mesi. Lei si limitava ad affidare criptici messaggi ai social network chiedendo ai suoi estimatori di pregare per lei senza però specificare per quale motivo fosse necessario il loro intervento. Ora si sa. Ora che è in via di guarigione, è stata lei stessa a svelare l’arcano. Aveva contratto la malattia di Lyme, pare attraverso la puntura di una zecca, un’infezione batterica che può diventare gravissima, perché porta a una generale debilitazione dei muscoli che in qualche caso diventa una vera e propria paralisi. Ora che il peggio è passato, Avril ha vuotato il sacco di tutta l'angoscia degli ultimi mesi.

Ero terrorizzata – ha spiegato la cantante – avevo il viso paralizzato e non riuscito a muovermi. Ho avuto paura di morire”. Anche  il cantante del gruppo rock Nickelback, Chad Kroeger, ovvero il marito riservato, può finalmente raccontare i mesi di apprensione passati accanto a lei. “Finalmente ne posso parlaresi è sfogato -. Avril mi aveva chiesto di non dire nulla nelle interviste che ho rilasciato. Così la gente mi chiedeva: Come sta tua moglie? E io restavo sul vago, provavo a cavarmela abbozzando: mah, presto starà meglio”.  Gli amici raccontano che Chad è stato sempre molto vicino alla moglie, e da ottobre in poi (ovvero da quando la Lavigne è scomparsa) ha preso diverse pause dal suo tour mondiale per starle accanto. Alla faccia delle voci maligne che invece li volevano sul punto di lasciarsi.

L’esperienza della malattia ha comunque lasciato un segno in Avril, che ora confida di vedere la vita in modo diverso e di sentirsi pronta a dedicarsi a cose che in passato ha trascurato. Per esempio: “Avrei sempre voluto registrare un album natalizio – ha dichiarato in un'intervista con Billboard - ma non ho mai avuto tempo.  Adesso ci ho ripensato: è una cosa che vorrei davvero, dunque sarà il mio prossimo progetto”. Oltre a liberare la sua creatività, la popstar si sente pronta anche ad andare avanti con più calma: “D’ora in avanti lavorerò con i miei tempi, senza farmi prendere dalla fretta come accadeva in passato. La vita è bella, voglio godermi tutto”. Quanto alla salute, Lavigne ha spiegato di sentirsi ormai “all’80%” delle sue condizioni. “Quest’infezione è stata un campanello d’allarme, d’ora in poi mi godrò la vita”.

Copyright foto: Kika Press
Il documento intitolato « Avril Lavigne: sono stata malata, ho avuto paura di morire » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.