Alexander McQueen: the dark side of fashion

Abiti d'ispirazione ottocentesca e tanti giochi di vedo-non-vedo. Alexander McQueen alla Paris Fashion Week disegna un guardaroba eccentrico, aggressivo e post punk. 


Alexander McQueen a Parigi propone abiti ottocenteschi in chiave post punk.


Alexander McQueen sorprende la Ville Lumiere con “the dark side of fashion”. Toni scuri, abiti d’ispirazione ottocentesca, modelle pallidissime e capigliature cotonate come quelle delle bambole di porcellana. Sul catwalk il designer inglese propone un viaggio nella Londra di duecento anni fa gonfiando il volume delle gonne, esasperando le lunghezze e arricchendo questi corpi bamboleschi con una caterva di rouches e volant. 

Gli inserti di tessuto applicato sono il vero fil-rouge di questa collezione che sembra creata sullo stile di Bellatrix Lestrange, la temibile e crudele strega di Harry Potter interpretata al cinema da Helena Bonham Carter (prossima amorevole fata madrina in Cenerentola). Pelle e trasparenze sono protagonisti mentre la copertura del busto si accorcia fino all’esasperazione prontamente rincorsa dalla vita di gonne e pantaloni che sale, inesorabile, ben sopra l’ombelico. 

Le collane stupiscono trasformandosi in reggiseni e tatuandosi sulla pelle con un effetto arditamente post punk. In questa linea quasi all black non mancano nemmeno le incursioni nei cromatismi tra i brillanti fucsia, i coraggiosi bordeaux (anche per la pelle) e il rosso acceso, visto anche sui tronchetti, affiancati però a un color cipria che si preannuncia must. Torna il nude look degli abiti da sera, gli spacchi visti un po’ dappertutto e le spalle che si allargano mentre le giubbe corte colgono le influenze dello stile orientale. 

Una collezione irriverente che riscrive una moda retrò con il gusto di oggi e, per questo, è capace di influire sulle tendenze. Il merito? Dell'eccentricità post punk. 


Copyright foto: Imaxtree.com

Il documento intitolato « Alexander McQueen: the dark side of fashion » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.