0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come far riordinare la cameretta ai bambini?

Sognate una casa ordinata dove ogni cosa è al suo posto? Qualunque sia l’età di vostro figlio, non è mai troppo tardi per insegnarli a riordinare, a cominciare da camera sua.

Una cameretta in perfetto ordine... o quasi!


L'arrivo di vostro figlio ha portato tanti cambiamenti nella vostra vita, tra cui il disordine! Il piccolo porta i suoi giocattoli ovunque e tocca a voi riordinare. Almeno fino ai 3 anni. Perché, a partire da quest'età, anche i bambini devono imparare a mettere in ordine, a cominciare dalla loro cameretta.

A 3 anni

Non si tratta di far fare le pulizie a vostro figlio: riordinare deve essere un gioco. Ma potete già iniziare a insegnarli qualche piccola regola, come staranno probabilmente facendo anche le sue maestre alla scuola materna.

Per cominciare, inventate un vero e proprio gioco. Chiedetegli: “Dove metto gli album da disegno? Nel frigorifero?”. Lui vi risponderà di no (se tutto va bene!) e vi dirà dove metterli.

I bambini piccoli amano molto i rituali prima di andare a letto. Perché non approfittarne e fare in modo che riordinare la camera prima della favola della buonanotte diventi un'abitudine? Comprate dei grossi contenitori di colore diverso e dividete gli oggetti per tema: le macchinine in una scatola, i peluche nell’altra…

A 6 anni

Con l’inizio della prima elementare il bambino prende coscienza della necessità di mettere in ordine. Solitamente inizia con la cartella, che riordina con cura. Insegnategli a fare lo stesso con la scrivania. Spiegategli che tenere in ordine gli permetterà di trovare le sue cose e di studiare meglio. Se vostro figlio è ubbidiente, premiatelo con una piccola ricompensa.

Dopo un po', allargate il campo d'azione ai vestiti. Ancora una volta, per ogni nuova tappa, aiutatelo e fategli i complimenti se il lavoro è ben fatto. Fategli mettere il giubbotto o le scarpe sempre nello stesso posto non appena torna da scuola. Così non ci sarà bisogno di metterli in ordine. Se volete che vostro figlio sia ordinato, i mobili devono essere alla sua portata (ripiani bassi, appendiabiti accessibili...).

A 12 anni

Con l'adolescenza, le cose si complicano. Prima di tutto perché non siete più le benvenute in camera di vostro figlio (o figlia), e il disordine è un modo per allontanarvi. Poi perché vostro figlio prende le distanze rispetto alle regole familiari e rivendica la propria autonomia. Meglio così, d’ora in poi sarà lui a pulire la sua stanza.

La sua camera è un vero disastro? Accettate la situazione ma fategli capire che il disordine non deve oltrepassare la soglia della sua stanza. E anche se morite dalla voglia di farlo, non riordinate al suo posto. Non accanitevi e non pretendete troppo. Il disordine della sua stanza è il riflesso della confusione che regna nella sua mente. Siate comprensive e proponetegli di riordinare con lui (o lei): in due si fa prima. Risultato: la sua camera sarà ordinata in un batter d’occhio! 

Copyright foto: Istock
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo