0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Patrizia D'Addario, le lacrime e le orge di Berlusconi

Patrizia D'Addario, sentita come testimone nel processo "Escort" del Tribunale di Bari, racconta le sue serate con Silvio Berlusconi: “non avevo mai fatto un'orgia e corsi in bagno perché volevo andare via”. 

L'escort barese avrebbe partecipato a dei festini a Palazzo Grazioli nel 2008.


Correva l'anno 2008 quando l'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini propose a Patrizia D'Addario di incontrare Silvio Berlusconi a Roma. A distanza di sei anni, la escort barese ritorna sulle due serate trascorse a Palazzo Grazioli. Lo fa davanti al Tribunale di Bari, sentita come testimone nell'ambito del Processo “Escort”.  Sul banco degli imputati ci sono sette persone – tra cui lo stesso Tarantini – accusate di "associazione per delinquere finalizzata all'induzione, al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione". In pratica, di aver assoldato e spinto a prostitirsi alcune donne che, tra il 2008 e il 2009, avrebbero partecipato alle serate di Berlusconi, allora premier.

Delle serate a luci rosse, secondo Patrizia D'Addario. "C'erano 20-25 ragazze e gli unici uomini erano il Presidente e Gianpaolo Tarantini, ma Berlusconi aveva puntato me”, ha spiegato tra le lacrime la 47enne pugliese, secondo quanto riportato dall'ANSA. “Dopo cena – ha proseguito la testimone - io e altre ragazze andammo con Berlusconi a fare un giro nel Palazzo. Eravamo quattro ragazze sul letto con Berlusconi. All'improvviso ho sentito che mi accarezzavano in un posto in cui non dovevano. Siccome io un'orgia non l'ho mai fatta, sono corsa in bagno perché volevo andare via. Berlusconi mi ha raggiunto e mi ha calmato. Dopo avermi tranquillizzato, il presidente mi ha portato in una stanza e mi ha fatto vedere le ville che ha nel mondo, parlammo di materiale edile e del residence che volevo costruire a Bari". Residence di cui l'ex premier, dopo un interessamento iniziale, si sarebbe dimenticato. 

La D'Addario ha anche raccontato la sua seconda notte con Berlusconi, quella del famigerato letto di Puntin. “Avemmo rapporti sessuali, chiacchierammo e lui mi dedicò poesie”. Sempre secondo l'escort barese, Tarantini le avrebbe confessato che l'ex premier aveva con le ragazze dei rapporti non protetti. Dal canto suo, l'imprenditore avrebbe “dato mandato ai suoi legali di sporgere querela” contro queste affermazioni che definisce “non vere”. E Barbara Montereale, un'altra delle partecipanti alle serate di Palazzo Grazioli, ha dichiarato a proposito della D'Addario: “mi raccontò di aver passato tutta la notte con Berlusconi, rivelandomi di aver registrato tutto” e di essere pronta a "incastrarlo”

Copyright foto: Kika Press / Fotoromano
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo