0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Addio a Oscar de la Renta

Lo stilista Oscar de la Renta, 82 anni, era malato di tumore dal 2006. Ha vestito il potere e il jet set: da Jackie Kennedy a Hillary Clinton passando per Cameron Diaz e Nicole Kidman.

Oscar de la Renta e Oprah Winfrey alla mostra American Woman, il 3 maggio 2010.


Oscar de la Renta è morto e la moda ha perso una stella. Una di quelle che in altri tempi avrebbe guidato i navigatori attraverso l'Oceano.  Perché de la Renta era uno stilista con la S maiuscola, una doppia sicurezza per le donne - nella vita di tutti i giorni come nelle occasioni speciali - che non vogliono passare inosservate, che amano esagerare, giocare con le forme e i colori che il designer creava e abbinava in maniera più unica che rara. Dalle first lady, alle attrici dei red carpet, passando per le spose da copertina, lo stilista le ha vestite in tutte le occasioni, sempre. Senza deluderne nessuna, mai. D'altra parte, fu lui a coniare l'espressione fashion victim e se è vero che c'è chi la moda la fa e chi la segue, lui apparteneva sicuramente alla prima categoria. Per dirla con le parole di Hillary Clinton, Oscar era sinonimo di "eleganza e bellezza senza tempo. I suoi abiti offrono a ognuno di noi la possibilità di sentirsi speciale".

Gli esordi e le first lady

Classe 1932, Oscar de la Renta nasce nella Repubblica Dominicana. Figlio di una dominicana e un portoricano, ha le idee chiare fin da ragazzo e non appena diventa maggiorenne si trasferisce in Spagna per studiare e dipingere all'Accademia di San Fernando di Madrid. È in questo periodo che la moda fa capolino nella sua vita: Oscar inizia a lavorare per alcune maison e da lì alla capitale parigina il passo è breve. Sbarca da Lanvin, diventa assistente di Antonio Castillo, poi, nel 1963, inizia a disegnare vestiti per Elizabeth Arden e scarpe e accessori per Brittany Rosano. Conosce Anna Wintour e ne diventa amico. S'innamora di Françoise de Langlade, direttore di Vogue Francia, e la sposa. Jackie Kennedy nota il suo stile e se ne innamora, vent'anni dopo succede lo stesso a Nancy Reagan. Trent'anni dopo a Hillary Clinton e poi a Laura Bush: entrambe, il giorno dell'inaugurazione delle presidenze dei rispettivi mariti Bill Clinton e George W. Bush, indossavano un suo abito.

Quello che lo lega ai Clinton è un rapporto speciale. Basti pensare che nel 2012 l'ex presidente, Hillary e un ristretto gruppo di amici sono suoi ospiti a Punta Cana, dove - disse allora de la Renta - "ci sono due regole: non può esserci nessuna conversazione di sostanza e niente di carino detto su altri".

I red carpet

A Hollywood è diventato famoso con Sex and the City: lo citavano in continuazione, lo indossavano, lo lodavano. Dal piccolo al grande schermo passando per i red carpet, il passo è stato brevissimo: l'hanno amato (e indossato) in tantissime. Solo per citarne alcune, l'hanno scelto Cameron Diaz e Nicole Kidman, Scarlett Johansson e Kristen Stewart, Penelope Cruz e Liv Tayler, Amy Adams e Taylor Swift. Nemmeno Oprah Winfrey ha rinunciato allo stile di Oscar. E infine, la bella Amal Alamuddin - la donna più potente di Londra - che ha scelto Oscar per il vestito del giorno delle sue nozze con George Clooney.

Oscar de la Renta alla fine della sua ultima sfilata alla Fashion Week di New York PE 2015.

Gli ultimi anni

Nel 2006 gli diagnosticarono un tumore, da allora però non ha mai smesso di creare, di amare la sua seconda moglie, Annette Reed, e i loro otto cani salvati dal canile. Cani che, come lui stesso diceva, dettavano i tempi della loro vita. E del suo ricordo eterno, aggiungiamo ora noi.

Copyright foto: Kika Press / Imaxtree.com