Inquinamento: conseguenze sulla salute

Fai una domanda
L’inquinamento atmosferico rappresenta uno fattore di rischio importante di numerose patologie respiratorie acute o croniche. Ecco e le conseguenze sulla salure dell’inquinamento atmosferico in città.


Cause

Il termine inquinamento atmosferico designa la concentrazione crescente nell’aria di gas e particelle inquinanti. Tale concentrazione è caratterizzata da un’alterazione dei livelli di qualità e purezza dell’aria. Nelle città l’aumento di queste particelle è legata principalmente all’emissione di gas tossici dei veicoli a motore e fabbriche. Tra gli elementi e le particelle tossiche che concorrono allo sviluppo dell’inquinamento atmosferico ritroviamo il biossido di azoto (NO2), il biossido di zolfo (SO2), l’ozono (O3) e il particolato (PM10). Altre particelle (le polveri sottili di diametro inferiore ai 2,5 micrometri) hanno la particolarità di restare sospese nell’aria: i loro effetti nefasti sulle funzioni respiratorie sono al giorno d’oggi ben noti. La crescita di queste particelle è principalmente legata all’emissione dei motori diesel.

Problemi respiratori legati all’inquinamento

L’asma è il principale disturbo che può essere aggravato o sviluppato a causa dell’inquinamento dell’aria (tra il 10 e 35%). Anche le bronchiti acute possono essere indotte da un indebolimento dei bronchi dovuto alle particelle tossiche presenti nell’atmosfera. Tale indebolimento favorisce la presenza di virus o batteri. L’inquinamento dell’aria è responsabile anche di 134 000 nuovi casi di bronchite cronica all’anno.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva

Anche la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), che costituisce una delle complicazioni della bronchite cronica, può essere legata all’inquinamento. Si tratta di un disturbo irreversibile.

Allergie al polline

Le polveri sottili giocano un ruolo importante anche nel peggioramento delle allergie provocate dai pollini. Queste particelle indeboliscono i granelli di polline e favoriscono il liberarsi di proteine allergizzanti permettendo anche ad alcune proteine di certi pollini di raggiungere più facilmente le piccole vie respiratorie favorendo così l’apparizione dell’asma.

Cancro delle vie respiratorie

Il numero di casi di cancro delle vie respiratorie attribuibili all’inquinamento atmosferico è difficile da stimare nella misura in cui questa patologia è associata a diversi fattori di rischio. Il numero di casi recensiti resta poco elencato rispetto ad altre malattie associate all’inquinamento dell’aria.

Altre malattie acute o croniche legate all’inquinamento dell’aria

La tosse, la rinite e la bronchiolite nel bambino fanno parte delle patologie respiratorie che possono essere aggravate o scatenate dall’inquinamento dell’aria. Tra le malattie cardiache l’inquinamento è un fattore di rischio d’infarto del miocardio, di ictus e di angina pectoris. L’inquinamento atmosferico può anche esser causa di disturbi del sistema riproduttivo: abbassamento della fertilità maschile, aumento della mortalità intrauterina, parto prematuro