Come dormire con il caldo

Fai una domanda
L’abbassamento della temperatura corporea è essenziale per addormentarsi, per questo i periodi di forte caldo possono portare disturbi del sonno. Come evitare che ciò avvenga? Come rinfrescarsi prima di andare a dormire?


Effetti del caldo sul sono

Il forte caldo provoca effetti nocivi sull’organismo con rischi di colpi di calore e disidratazione. Il forte caldo può disturbare un sonno di qualità: infatti molto spesso non si riesce ad addormentarsi o ci si risveglia improvvisamente se la temperatura del corpo resta alta. Questi disturbi sono dovuti ad un’alterazione delle capacità di regolare la temperatura corporea in periodi di sonno. Quando il cervello avverte una temperatura corporea troppo alta scatta automaticamente il risveglio.

Soggetti a rischio

Gli individui di tutte le età possono essere colpiti da disturbi del sonno in periodi di forte caldo. Si richiede però particolare attenzione per i bambini molto piccoli e le persone anziane in cui la regolazione della temperatura corporea non è sempre ottimale.

Come abbassare la temperatura corporea

Per rinfrescarsi prima di dormire è possibile fare una doccia tiepida senza asciugarsi completamente. È inoltre essenziale mantenere una buona idratazione bevendo acqua a temperatura ambiente fino a quando non si va a dormire.
Si consiglia anche di consumare dei pasti leggeri la sera, a maggior ragione nei periodi di forte caldo: la digestione aumenta naturalmente la temperatura del corpo e di conseguenza aumenta il rischio di risvegli notturni. Per la stessa ragione è meglio evitare il consumo di alcol la sera.

L’ora di andare a letto

Non è utile andare a dormire prima del solito in periodi di forte caldo. Si consiglia soprattutto di andare a dormire fin dai primi segni di stanchezza (pupille che si chiudono, sonnolenza, ecc) e di rispettare il proprio ritmo di sonno.

Rinfrescare la stanza

È possibile ricorrere all’utilizzo un ventilatore o di un climatizzatore per areare la stanza, a condizione di non posizionarlo troppo vicino. Le persone che soffrono di asma e di allergie devono mostrarsi vigilanti con questi dispositivi che hanno tendenza a sollevare polvere e polline. Per rinfrescare la stanza è, infine, bene lasciare porte e finestre aperte per far circolare meglio l’aria durante la notte.

Letto e posizione del sonno

Dormire sul lato è una buona soluzione per limitare i contatti entro il e il letto e prevenire così gli effetti del caldo. È anche possibile mettere sul letto un lenzuolo umido o fresco (messo una mezz’ora in frigo prima di andare a dormire).