0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Acido folico: a cosa serve

L’acido folico è una vitamina appartenente al gruppo B, commercializzato come Folina®. La sua assunzione è particolarmente raccomandata in gravidanza. Ecco perché.

Benefici dell’acido folico

L’acido folico (vitamina B9) si assume in caso di carenza di vitamina B9. Quest’ultima svolge una funzione molto importante per l’organismo poiché favorisce il buon funzionamento del sistema nervoso, la fabbricazione di globuli bianchi e rossi, il rinnovamento cellulare, dell’epidermide e delle pareti intesitnali.

Acido folico in gravidanza

Durante la gravidanza il medico spesso consiglia un apporto extra di acido folico per prevenire eventuali malformazioni del sistema nervoso del feto come la spina bifida, l’ anencefalia o l’encefalocele. L’assunzione di acido folico in gravidanza è fortemente raccomandato poiché una carenza di questa vitamina può portare anche all’aborto spontaneo o a partorire prematuramente.

Alimenti con acido folico

Siccome l’organismo non produce acido folico bisogna accertarsi di assumerne la quantità adeguata attraverso gli alimento. È bene, quindi, consumare quotidianamente una gran quantità di frutta e verdura (preferibilmente senza cuocerli) come aspariagi, legumi, pane, melone, fagioli, banane, broccoli, spinaci, cereali integrali e insalata.

FOTO:©Darya Petrenko/123RF

Il documento intitolato « Acido folico: a cosa serve » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.