Film commedia: pellicole romantiche, divertenti e tragicomiche

Giulia Vola
  • Dalle commedie di Eleanor e Sofia Coppola a quelle di Virzì e Ozpetek passando per i piccoli capolavori inglesi e francesi, ecco una selezione di film divertenti da vedere assolutamente.  

    Parigi può attendere, la nuova commedia di Eleanor Coppola interpretata da Diane Lane, Alec Baldwin e Artaud Viard. © Ufficio Stampa Good Films

     

    Parigi può attendere

    Diretta da Eleanor Coppola, la moglie del regista che di nome fa Francis Ford, Parigi può attendere è la divertente commedia che porta sul grande schermo il viaggio di Anne (Diane Lane) e Jaques (Artaud Viard), rispettivamente la moglie di un grande produttore di Hollywood (Alex Baldwin) e il di lui socio in affari. Trascurata da marito e stufa, Anne si ritrova a vivere un week end a Parigi del tutto inaspettato, dove tra buon cibo, ottimo vino francese, panorami indimenticabili e un sorprendente compagno di viaggio, scopre se stessa.
  • Il lato positivo

    Il lato positivo, la commedia che ha consacrato Jennifer Lawrence. © YouTube


    Diretti da David O. Russell, Jennifer Lawrence (che per la parte ha vinto un Academy Award come Migliore Attrice Protagonista) e Bradley Cooper sono Tiffany e Pat, rispettivamente una ragazza con problemi di dipendenza alle spalle e un uomo appena uscito da un reparto psichiatrico che non può avvicinarsi alla moglie. Contro ogni aspettativa i due s'incontrano e, complice un concorso di ballo tra prove, risate, incomprensioni, confessioni e sketch esilaranti, s'innamorano. La pellicola non è solo una commedia divertente ma anche l'occasione per riflettere sui disturbi mentali da un'altro punto di vista.

  • Ubriaco d’amore

    Ubriaco d'amore, una commedia romantica interpretata da Adam Sandler e Emily Watson. © YouTube


    Diretta da Paul Thomas Anderson, regista che ha firmato pellicole del calibro di Il petroliere e Vizio di forma, Ubriaco d'amore è una commedia romantica tutt'altro che superficiale. Barry (Adam Sandler) è un eterno insoddisfatto coccolato (ed esasperato) dalle sue sette sorelle che un giorno incontra Lena (Emily Watson) una dolce ragazza che gli sconvolge la vita. Tra voglia di una nuova vita e paura di perdere la libertà di quella precedente il destino li prende contropiede.

  • Moglie e marito

    Moglie e marito, l'esilarante commedia con Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak. © YouTube


    A proposito di commedie italiane divertenti, Moglie e Marito di Simone Godano è una vera chicca. Andrea (Pierfrancesco Favino) è un neurochirurgo che si diverte a fare esperimenti scientifici, mentre sua moglie Sofia (Kasia Smutniak) è una donna emergente della tv. Hanno due figli e sono in profonda crisi ma tentano la carta della terapia di coppia. A dare una svolta alla loro vita, però, è un esperimento di lui che farà entrare l'uno nel corpo dell'altra scatenando una serie di episodi tragicomici che costringeranno i due ad aprire gli occhi e valutare la posta in gioco da un punto di vista decisamente inaspettato. 

  • Lasciati andare

    Lasciati andare, la commedia italiana con protagonista un esilarante Toni Servillo. © YouTube


    Lasciati andare, la commedia firmata da Francesco Amato, porta sul grande schermo un inedito Toni Servillo nei panni Elia Venezia, uno psicanalista che pratica l'ipnosi, è sposato con Giovanna (Carla Signoris) in un matrimonio da separati in casa e conduce una vita di coppia all'insegna dei ruoli stereotipati: lei lava, cucina, lo porta a teatro e lui subisce. A smuovere la quotidianità è Claudia (Veronica Echegui), improbabile personal trainer incaricata di ristrutturare la sua linea, tanto quanto lui restaura le menti dei due pazienti. Tra i due, naturalmente, nasce un'amicizia più unica che rara.

  • Vi presento Toni Erdmann

    Vi presento Toni Erdmann, la commedia candidata al Premio Oscar e alla Palma d'oro è un concentrato d'ironia. © YouTube


    Candidata al Premio Oscar 2017 come Miglior Film straniero, ai Golden Globe e alla Palma d'Oro al Festival di Cannes, Vi presento Toni Erdmann è una delle commedie più divertenti degli ultimi anni. Diretta da Marene Ade porta sul grande schermo un bravissimo Peter Simonischek nei panni di Winfried Conradi/Toni Erdmann, un insegnante di musica in pensione che ha passato la vita a fare scherzi a tutti e si ritrova a fare i conti con la vecchiaia e la solitudine. Finché un giorno decide di fare una sorpresa a Inse (Sandra Hüller), sua figlia, una donna in carriera alla soglia dei 40 anni che vive a Bucarest per lavoro. L'incontro tra i due dà vita a una serie di sketch strepitosi.

  • Perfect Day

    Perfect Day, la commedia dai toni amari ambientata da qualche parte in Bosnia. © YouTube


    Perfect Day è la commedia dai toni amari che porta lo spettatore da qualche parte in Bosnia, nel 1995, in piena guerra civile (apparentemente appena terminata) dove tre operatori umanitari sono alle prese con la rimozione di un cadavere dal pozzo. Con Benicio del Toro, Tim Robbins e Mélanie Thierry, la pellicola è un viaggio dell'assurdo tra odi inter-etnici, burocrazie delle forze militari dell'Onu, mine inesplose e piccole questioni personali irrisolte che rivela l'ordinaria follia della guerra da un punto di vista tragicomico.

  • È complicato

    Con Meryl Streep, Alec Baldwin e Steve Martin, È complicato è la commedia che vi farà morire di risate. © YouTube


    Quando, dopo 19 anni di matrimonio e altri 10 di divorzio, due ex coniugi ritornano insieme, allora sì che È complicato. Soprattutto se lui nel frattempo si è risposato e lei è corteggiata da un pretendente assai innamorato. Interpretata da Alec Baldwin, Meryl Streep e Steve Martin, la commedia porta sul grande schermo le vicende di Jane Adler, mamma e donna realizzata, alle prese con il suo ex marito Jake, un avvocato di successo. I due, rimasti in buoni rapporti, si ritrovano uno tra le braccia dell'altro in occasione del diploma di uno dei figli e così lei, la ex moglie, si trasforma nell'amante. Un triangolo pericoloso complicato dalla presenza di Adam, rampante architetto deciso a conquistare Jane.

  • La Pazza Gioia


    Il successo di Paolo Virzì, "La Pazza Gioia", interpretato da Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti.


    La Pazza Gioia, la commedia diretta da Paolo Virzì e interpretata dalla moglie del regista, Micaela Ramazzotti e da Valeria Bruni Tedeschi, "racconta le rocambolesche giornate di due donne, in fuga da una clinica in questo manicomio a cielo aperto che è oggi l'Italia", spiega lo stesso Virzì. Due donne che s’incontrano durante una terapia di recupero imposta dal tribunale, diventano amiche nonostante le diversità e cogliendo un’occasione al volo si contendono una vacanza all’insegna della pazza gioia.  

    Copyright foto: YouTube
  • Birdman o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)


    "Birdman o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)": la commedia di Alejandro Gonzáles Iñárritu vincitrice di 4 statuette.


    Il film firmato dal regista messicano Alejandro Gonzáles Iñárritu che agli Oscar 2015 si è aggiudicato ben quattro statuette - miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura originale e migliore fotografia - è una black comedy che racconta la storia dell'attore, Riggan Thomson (interpretato da uno straordinario Michael Keaton rimasto a bocca asciutta). Arrivato a una certa età, cerca di emanciparsi dal suo passato cinematografico da supereroe con uno spettacolo teatrale tratto dall'opera What We Talk About When We Talk About Love di Raymond Carver: un cammino a tratti surreale che si rivela più difficile del previsto.  

    Copyright foto: YouTube

  • Quasi amici


    "Quasi amici", la commedia che mette a confronto i mondi di un badante ex detenuto e un aristocratico condannato dalla malattia.


    C’è Driss (Omar Sy), ex detenuto dalla vita sgangherata, e c’è Philippe (François Cluzet), un miliardario paraplegico alla ricerca di un badante. Contro ogni previsione Philippe sceglie Driss come suo badante. Presto il rapporto di lavoro si trasforma in una meravigliosa amicizia fatta di trasgressione, vitalità e affetto. Firmata dai registi Olivier Nakache e Eric Toledano la commedia campione d’incassi è una perla di ottimismo sul tema integrazione tra bianchi e neri in Francia.

    Copyright foto: Kika Press
  • Lost in Translation-L'amore tradotto


    "Lost in translation - L'amore tradotto", la commedia di Sofia Coppola sull'amore tra due animi solitari.


    Bob Harris (Bill Murray) e Charlotte (Scarlett Johansson) s’incontrano nel bar sempre aperto di un lussuoso albergo di Tokyo. Entrambi insonni e soli, iniziano una complice amicizia nonostante la differenza d’età e di sogni. Notte dopo notte scavano l’uno dentro l’animo dell’altro e scoprono di avere sempre più tratti in comune finché anche i sentimenti non mutano in qualcosa di più. La seconda (brillante) commedia di Sofia Coppola dal finale inaspettato è un piccolo gioiello cinematografico.

    Copyright foto: Kika Press
  • Love Actually - L'amore davvero


    "Love actually" la commedia che racconta come "Love Is All Around": l'amore è dappertutto.


    Scritta e diretta da Richard Curtis e interpretata da un cast notevole (da Hugh Grant a Colin Firth passando per Emma Thompson, Liam Neeson e Keira Knightley), la commedia è la parafrasi della canzone Love Is All Around, ovvero l'amore è dappertutto. Attraverso dieci storie che s’intrecciano in una sola durante un Natale a Londra, Richard Curtis riesce a raccontare il tema più vecchio del mondo in maniera brillante e originale. 

    Copyright foto: YouTube
  • Cena tra amici


    "Cena tra amici", la commedia teatrale, amara e tra le più divertenti del cinema francese.


    Come suggerisce il titolo della commedia, tutto ruota intorno a una cena a casa di Elisabeth e Pierre, professori parigini, dove si ritrovano il fratello di lei, l’agente immobiliare Vincent e l’amico d’infanzia Claude, trombonista nell'Orchestre Philharmonique de Radio France e i genitori di Apollin e Myrtille. I toni si accendono quando Vincent annuncia di aspettare un figlio da Anna e di volerlo chiamare Adolphe. Tra scetticismo e furore, a nulla serve la smentita (era tutto uno scherzo): ormai i vecchi rancori sono venuti a galla e solo la nascita della bambina (e non di un maschio, come si pensava) cheterà gli animi. 

    Copyright foto: YouTube
  • Little Miss Sunshine


    "Little Miss Sunshine", la commedia che racconta il viaggio di una bizzarra famiglia americana.


    La commedia vincitrice di due premi Oscar racconta le rocambolesche vicende degli Hoover, sgangherata e allargata famiglia che, per portare la piccola Olive al Little Miss Sunshine, il concorso di bellezza per bambine, attraversa gli Stati Uniti a bordo di un furgone giallo che perde i pezzi.

    Copyright foto: YouTube
  • Transamerica


    In "Transamerica" va in scena il rapporto tra un padre transessuale e l'ignaro figlio.


    La vita del transessuale Sabrina "Bree" Osbourne (Felicity Huffman che con questa pellicola ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice) in attesa del cambio di sesso viene sconvolta dalla telefonata di un certo Bree, un ragazzo che la chiama dal carcere minorile di New York city dicendole di essere il figlio di Stanley, l’uomo che fu Sabrina, nato dall’unico rapporto eterosessuale consumato al college 17 anni prima. Decisa a liberarsene ma curiosa di conoscerlo va a prenderlo fingendosi un’assistente sociale. Nel viaggio coast to coast i due si conoscono ma la vera identità esce fuori solo alla fine, con esiti inaspettati.

    Copyright foto: YouTube
  • The Truman Show


    Jim Carrey è il protagonista di "The Truman Show" la commedia-denuncia della società del Grande Fratello.


    Truman Burbank (Jim Carrey) è un ignaro attore di uno show televisivo. Fin dalla nascita, tutto ciò che lo circonda fa parte di un set: dalle persone con cui ha a che fare al mare in cui veleggia, è tutto finto. La commedia di Peter Weir fu candidata a tre Premi Oscar nel 1999 e venne premiata con tre Golden Globe e altrettanti BAFTA.

    Copyright foto: YouTube
  • Magnifica Presenza

    "Una magnifica presenza", commedia Palma d'Oro al Festival di Cannes 2010 diretta da Ferzan Özpetek.


    Palma d'Oro al Festival di Cannes 2010, Magnifica Presenza è la commedia diretta da Ferzan Özpetek e interpretata da Elio Germano, Vittoria Puccini, Margherita Buy, Beppe Fiorello e Alessandro Roja che racconta la storia di un giovane aspirante attore che, sbarcato a Roma alla ricerca della fama, si ritrova a convivere con inquietanti (e magnifiche) presenze: quelle di una compagnia teatrale del passato, rimasta incastrata nel tempo.


    Copyright foto: Kika Press

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.