0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Alimenti che contengono lattosio

Molte persone presentano un’intolleranza al lattosio, un carboidrato presente in moltissimi alimenti. Solo seguendo una dieta priva di lattosio che è possibile risolvere i varai disturbi soggiacenti. Ma quali i cibi da evitare e quali quelli consentiti?

Lattosio: cos’è

Il lattosio è un glucide disaccaride composto da due zuccheri: glucosio e galattosio. Esso deriva dal latte e costituisce un componente presente in ognuno dei suoi derivati o sostanze che lo contengono. Dopo la fase dell’allattamento, quando il latte è l’alimento costitutivo della dieta del bambino, il latte può diventare un elemento più o meno digeribile a seconda del soggetto. Questa sensibilità dell’intestino nei confronti del latte deriva dalla mancanza di un enzima, la lattasi, che permette la scissione tra il glucosio e galattosio. Questa mal funzionalità dell’enzima della lattasi può costituire un problema passeggero o cronico, da cui deriva un’intolleranza al lattosio, che non consente al latte di essere digerito.

Intolleranza al lattosio

Un’intolleranza al lattosio spiega diverse sintomatologie che riguardano l’apparato digerente e che possono comparire subito sia dopo aver mangiato qualcosa a base di latte che successivamente. I sintomi tipici sono: gonfiore, dolore all’addome, meteorismo, diarrea e flatulenza. Per scoprire se si è intolleranti ad un alimento è bene consultare il proprio medico per sottoporsi ad esami approfonditi, quali i test di intolleranza alimentare, atti a definire il tipo specifico di intolleranza presentato dal paziente, per determinare a sua volta il tipo di alimentazione da seguire.

Alimenti con lattosio

In presenza di un’intolleranza al lattosio, e non solo, anche in caso di malattie croniche che colpiscono l’intestino, quali la malattia di Crohn e altre patologie, è necessario evitare alimenti derivati dal latte quali: formaggi freschi e stagionai, latte intero e latte scremato, burro, panna e margarina; dolciumi a base di latte e burro, sia in polvere che fresco (in tali casi si consiglia di controllare bene l’etichetta); cioccolato. Tra altri alimenti in cui è presente direttamente una data percentuale di latte sono abbastanza tollerati dall’intestino, gli yogurt, in ragione dell’alta percentuali di fermenti lattici vivi, che inibiscono la percentuale di lattosio; prodotti preparati e confezionati; alcuni prodotti derivati dal latte di mucca a bassa concentrazione di lattosio; biscotti e merendine a seconda della percentuale indicata in etichetta e in base alla soggettività dell’intolleranza presentata; insaccati, liquori, farmaci e integratori.

Nota Bene: in caso di intolleranza acuta o patologie croniche, leggere con attenzione l’etichetta prima dell’acquisto dei prodotti. L’intolleranza è molto soggettiva, quindi alcuni prodotti possono risultare più digeribili da alcuni soggetti e meno da altri. Chiedere informazioni al proprio medico di famiglia o al proprio dietologo.

Alimenti senza lattosio

Tra i formaggi consentiti per chi non tollera il lattosio da ricorda il grana padano DOP, il latte di soia, di riso, di cocco; alimenti quali pane, pasta e riso e legumi. Le verdure non contengono il lattosio, quindi patate, cipolle, broccoli, funghi o spinaci sono indicati anche per una dieta che non prevede alimenti a base di lattosio. Per coloro che soffrono di intolleranza al latte è possibile sostituire determinati cibi (quali latticini e formaggi) con prodotti privi di lattosio, in modo da non dover rinunciare a determinati alimenti e di evitare problemi di digestione.

Il documento intitolato « Alimenti che contengono lattosio » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.