Integratori alimentari palestra: rischi e benefici

Fai una domanda
Destinati a sviluppare la massa muscolare o a contribuire l’eliminazione dei grassi, gli integratori alimentari per sportivi non sono privi di rischi per la salute. Ecco alcuni utili consigli per capire bene quali possono essere i rischi per la salute e cosa fare per evitarne le conseguenze.


Integratori alimentari palestra: effetti collaterali

Tra i rischi e gli effetti indesiderati raccolti su alcuni integratori alimentari per palestra, atti allo sviluppo della massa muscolare o alla diminuzione della massa grassa, sono stati osservati disturbi cardiovascolari quali: ischemia celebrale, tachicardia e aritmia e anche rallentamenti psichici come ansia, disturbi dell’umore. Secondo esperti, non risultano dati scientifici che consentono di dimostrare l’efficacia di questi integratori alimentari atti a migliorare la performance sportiva, e pertanto, i benefici di questi prodotti restano ipotetici.
Cautela e dovute attenzioni sono riportate anche (e soprattutto) sui prodotti venduti in internet, i quali sono spesso alterati nella loro composizione chimica con sofisticazioni e processi di scarsa qualità o addirittura tossici, tanto da indurre rischi gravi per la salute e a produrre, a livello di lealtà sportiva, il test antidoping positivo.

Consigli

Secondo gli esperti, si sconsiglia il consumo di questi integratori alimentari per palestra atti a sviluppare la massa muscolare, riducendone la massa grassa, a soggetti a rischio che soffrono di problemi cardiovascolari, ai reni, epatici o neuropsichiatrici. Questa raccomandazione è in particolar modo indirizzata ai bambini e agli adolescenti, come anche alle donne incinte o in fase di allattamento. In parallelo, si sostiene l’idea di promuovere al pubblico la riflessione sulla pertinenza di vendere questi prodotti in luoghi dove si pratica sport e di evitarne la banalizzazione; oltre che a ricordare ai professionisti della salute di segnalare gli effetti indesiderabili correlati al consumo di questo tipo di prodotti.

I consumatori da parte loro devono essere messi in guardia non solo dai loro medici curanti ma devono anche essere seguiti per evitare di assumere diversi integratori allo stesso tempo o associarli a farmaci. Alcuni integratori alimentari per palestra contengono caffeina e devono essere evitati prima e dopo un’attività sportiva, oltre a non dover essere consumati da coloro che hanno una certa sensibilità a questa sostanza. Si consiglia di privilegiare integratori alimentari sicuri, prestabiliti dalle normative antidoping e prodotti seguendo la regolamentazione italiana, specializzata in questa materia. Mentre, per quanto riguarda i manager sportivi, i personal trainer, dovrebbero essere informati ed informare in particolar modo i più giovani, sui rischi di questi integratori. E in caso vi si ricorra al loro uso, un approccio multidisciplinare deve essere privilegiato mobilitando i diversi attori in ambito sportivo (soprattutto a livello agonistico: allenatore, fisioterapista e medici). Il tutto mirato a creare una consulenza specifica e personalizzata, in relazione ai vari carichi di allenamento.