Linguaggio del corpo maschile: come capire il corteggiamento

Fai una domanda

Bastano pochi secondi per affascinare e scatenare l'attrazione: ecco quali sono e come vanno letti i segnali del linguaggio del corpo maschile durante il corteggiamento.

L'attrazione tra uomo e donna comunica attraverso il linguaggio del corpo: ecco come decifrarlo. © ammentorp/123RF


I segnali del corpo maschili: il fattore tempo

Non solo al primo appuntamento ma anche durante il corteggiamento che lo precede, decifrare i segnali che invia il linguaggio del corpo maschile è importante per capire se avete colpito la sua attenzione. Da sapere: secondo quanto decodificato dallo psicologo Arthur Aron, i corpi "si annusano" nei primi 4 minuti. Insomma, in questi casi l'abito fa il monaco e più che ciò che si dice conta ciò che si sente. Per dirla in musica, è questione di feeling.

Come capire lo sguardo di un uomo

A me gli occhi: ecco come interpretare i segnali di attrazione maschile che passano per lo sguardo. © Anna Bizoń/123RF


Il linguaggio del corpo di un uomo interessato passa attraverso gli occhi. Ecco perché capire gli sguardi svela molto più di quanto non rivelino le parole a proposito di interesse maschile. Per la serie: rivolge occhiate numerose e rapidissime? È pronto per attaccare bottone ma è ancora alla ricerca di argomenti di cui parlare. Quando gli occhi s'incrociano abbassa lo sguardo? Allora è semplicemente timido. Lo sguardo di un uomo è insistente? L'avete stregato. Se poi, quando parlate, fissa le labbra allora non desidera altro che baciarvi. Sappiate che anche le pupille sono rivelatorie: se sono dilatate avete fatto colpo. Il difficile è guardarle senza sembrare incantate (o, peggio, imbambolate).

Segnali di interesse maschili: leggere le labbra

Il sorriso, la risata e in generale le labbra sono precisi indicatori del linguaggio del corpo maschile in amore. © Dmitriy Shironosov/123RF


Lui ride: buon segno? In linea generale sì, ma se c'è sorriso e sorriso, le labbra sono uno dei principali veicoli dei segnali di attrazione maschile. Nel dettaglio: se mostra i denti ma il resto dell'espressione è rigida non ci siamo, è solo gentile ma non interessato a voi. Se sono strette e un angolo è sollevato allora fate attenzione perché avete di fronte un uomo interessato ma per lo più a fare i suoi comodi. Peggio ancora se sono irrigidite e si muovono a destra e sinistra: non solo è in disaccordo ma non ha nessuna voglia di sbilanciarsi.

Perché possiate lasciarvi andare, il sorriso deve coinvolgere tutti i muscoli del viso, gli occhi si socchiudono e la fronte si corruga. Se la testa va all'indietro allora è davvero autentico.

Interesse maschile? Colorito acceso! 

L'attrazione accelera il battito cardiaco e quindi provoca un volto dal colorito acceso. Fateci caso! © Antonio Guillem/123RF


L'amore fa battere il cuore, si sa. Il che si traduce in una serie di segnali di interesse maschile abbastanza facili da decifrare senza marcare troppo: la respirazione è più affannata, la traspirazione più marcata (ha le mani sudate) e un maggior afflusso di sangue (un colorito più acceso). Se alle belle parole non si accompagna nessuno di questi segnali fate attenzione: potrebbe essere un affabulatore.

Segnali di attrazione: il tono voce

Alzare il tono della voce è un segnale di interesse maschile. © Antonio Guillem/123RF


Anche il tono della voce è un segnale importante da cogliere nell'interpretazione del linguaggio del corpo maschile: se durante l'incontro lo alza indica interesse ad approfondire la conoscenza. Ne Il Linguaggio del Corpo in Amore (edizioni Pickwick) Marco Pacori, psicoterapeuta e direttore del Centro studi e ricerche sulla Comunicazione non verbale, spiega che “anche il modo di parlare è diverso, si usano numerose espressioni verbali di apprezzamento come 'ah!, ma va, pensa un po’'. Se c’è complicità, inoltre, gli studiosi notano un identico stile nel linguaggio, nell'intensità di voce nel ritmo: pause e silenzi sono brevi, le risate più frequenti. Spesso le frasi si accavallano perché è molta la voglia di raccontarsi”.

Linguaggio del corpo maschile: la seduzione nella postura

A proposito di linguaggio del corpo maschile fate attenzione alla postura che assume. © ammentorp/123RF


Anche la postura del corpo maschile è veicolo per il linguaggio non verbale. Tiene la schiena dritta e il petto leggermente in fuori? L'avete conquistato. Ha accorciato le distanze tra voi e vi sfiora accidentalmente? Vuole baciarvi. Da sapere: al meno all'inizio evitate di mettervi frontali: disporsi a V lascia più margine di espressione al linguaggio del corpo.

Linguaggio degli uomini? Leggi le micro espressioni facciali

Decifrare i segnali impercettibili è il segreto per comprendere il linguaggio degli uomini. © ammentorp/123RF


A proposito di linguaggio non verbale maschile, le micro espressioni facciali, quasi impercettibili perché fulminee, inviano una serie d'indizi molto importanti. Le sopracciglia si alzano e abbassano? È curioso e interessato. Le narici si allargano? È a disagio. Muove i bordi della bocca e le labbra sono serrate? Diffidate: o vi sta mentendo o vorrebbe essere da un'altra parte.

Significato dei gesti maschili: le mani

Guardare le mani durante il corteggiamento permette di scoprire il significato dei gesti maschili. © Cathy Yeulet/123RF


Se in una relazione le mani sono lo strumento principale per farsi le coccole, nel linguaggio non verbale il significato dei gesti va al di là dell'apparenza. O meglio, orientano l'apparenza: se le tiene in tasca o sui fianchi sta inconsciamente indicando alla sua interlocutrice la zona genitale in un atteggiamento che equivale una bella ruota di pavone che suggerisce: sono invincibile. Attenzione se i pollici restano fuori: potrebbe essere indice di presunzione e senso di superiorità.

E ancora, tra i gesti del corpo per capire se gli piaci, fate caso se le porta dietro la nuca o la schiena (è rilassato e a suo agio) e se le usa per accarezzarsi la barba (vuole piacervi). Se invece le usa per pizzicarsi le labbra, la pelle del collo o il lobo dell'orecchio o per lisciarsi la cravatta o giocare con il bordo del bicchiere allora avete fatto breccia nel suo desiderio erotico.

Linguaggio non verbale maschile: le gambe

Il linguaggio non verbale maschile passa anche attraverso la posizione delle gambe e dei piedi. © zoomteam/123RF


Fate cadere il tovagliolo e mentre lo raccogliete sbirciate come sono posizionate le gambe di lui sotto il tavolo: se sono incrociate il linguaggio del corpo maschile sta inviando un messaggio di chiusura se invece sono ben piantate o allungate allora è disponibile a fare il prossimo passo verso di voi. Lo stesso test si può eseguire in piedi: se le punte dei piedi "vi includono" è fatta, altrimenti meglio salutarsi.

Linguaggio del corpo di un uomo innamorato: effetto mirroring

L'effetto mirroring è la prova per capire il linguaggio del corpo di un uomo innamorato. © Anna Bizoń/123RF


Due persone che si attraggono tendono a fare gli stessi gesti: il fenomeno che gli psicologi anglosassoni hanno chiamato mirroring è la riprova dei segnali inviati attraverso il linguaggio del corpo. Se li avete interpretati in maniera corretta allora sarete quasi simbiotici, pronti per ritrovarvi uno nelle braccia dell'altro.

Potrebbe anche interessarti