Colchicina: effetti collaterali e posologia

Fai una domanda
La colchicina è una sostanza medicamentosa derivata da piante appartenenti alla famiglia delle colcium autumnale, a loro volta facente parte della famiglia dei composti organici definiti tropoloni.


Colchicina e gotta

Essa è principalmente utilizzata per alleviare le crisi di gotta responsabili di forti dolori articolari, siti in modo particolare sull’alluce, dove tende a risiedere un accumulo eccessivo di acido urico. La colchicina ha delle proprietà analgesiche e antifiammatorie, atte all’azione sull’infiammazione causata dal deposito di cristalli nelle articolazioni, come nel caso della condrocalcinosi o per alcuni tipi di reumatismi.

Farmaco

La colchicina è presente nel farmaco Colchicina Lirca®, che deve essere assunto durante i pasti per evitare intolleranza digestiva. L’assunzione può essere regolare nel caso della cura di una crisi di gotta.

Effetti collaterali

L’assunzione di farmaci a base di colchicina richiede un monitoraggio medico poché non deve essere associata ad altra sostanza attiva quale quella degli antibiotici. Tra gli effetti secondari che sono stati osservati, i più frequenti sono problemi gastrointestinali (quali diarrea, nausea e vomito) che richiedono una riduzione delle dosi. Tuttavia questo tipo di farmaci non deve essere usato in caso di insufficienza renale o epatica grave; tutti i trattamenti a base di colchicina richiedono un emogramma o una conta delle piastrine nel primo mese di assunzione così come in un calcolo della clearance della creatinina. Dosi molto forti possono risultare tossiche e essere mortali, pertanto è bene rispettare la posologia prescritta.

Foto: © molekuul- 123RF