1
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Vetro satinato, come pulirlo? Naturalmente!

Il massimo della privacy senza rinunciare alla luminosità e con un risparmio energetico. Ecco come eliminare macchie e aloni dal vetro satinato senza detergenti chimici. 

Panni in microfibra, vecchi giornali e detersivi fai da te: ecco come pulire il vetro satinato. © Ryan Jorgensen/123RF

Panno in microfibra: vetro satinato sempre pulito 

Il panno in microfibra (da alcuni marchi definito panno magico) è una delle soluzioni più diffuse per pulire un vetro satinato. In primo luogo perché non necessita di detersivi dal momento che basta inumidirlo con acqua tiepida, strizzarlo e passarlo sulla superficie, in secondo luogo perché una volta acquistato, a patto di ricordarvi di lavarlo con un po’ di sapone al termine di ogni utilizzo, sarà a vostra disposizione in qualsiasi momento per un lungo periodo. Ricordate di indossare i guanti per eliminare il rischio che la naturale untuosità della pelle rovini il risultato. 

Carta di giornale: economica pulizia

La carta di giornale è il modo più economico per eliminare aloni e sporco dal vetro satinato. Anche in questo caso non è necessario usare spray o detergenti chimici: basta un po’ di acqua tiepida, magari emulsionata con un po’ di bicarbonato per pulire la superficie. Anche in questo caso, inoltre, è necessario usare i guanti in plastica. 

Acqua e aceto: pulire e disinfettare

Basta mescolare 100 millilitri d'aceto ogni 500 millilitri d'acqua per creare una soluzione in grado non solo di pulire (e sgrassare) ma anche di disinfettare il vetro satinato. Per facilitare l’applicazione si può versare la soluzione in un flacone spray, per profumarla è consigliabile aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda: in questo modo sarà sufficiente vaporizzare un panno morbido in cotone e non sarà necessario risciacquare.

Detergente fai da te: brillare senza inquinare

Per pulire un vetro satinato particolarmente sporco si può ricorrere a un detergente casalingo: basta mescolare delle scaglie di sapone naturale o del detersivo per piatti non inquinate a mezzo litro d’acqua e la soluzione è pronta per essere versata in un flacone spray e vaporizzata sulla superficie che andrà poi passata con una spazzola pulisci vetro. Per le scaglie di sapone l’acqua dev’essere calda, per il detersivo è sufficiente che sia tiepida. 

Il documento intitolato « Vetro satinato, come pulirlo? Naturalmente! » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.