0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Alberi sempreverdi: quali sono

Dalla magnolia alla sequoia passando per la cannella, ecco le dieci piante sempreverdi più belle per arredare giardini di tutte le dimensioni.

La magnolia è una pianta sempreverde che in primavera regala meravigliosi fiori rosa. © martinedee/123RF

Magnolia: sempreverde dai fiori più belli

La magnolia, una delle piante sempreverdi che regala una delle fioriture primaverili più belle e profumate. La pianta può raggiungere anche i 25 metri di altezza, sviluppando una chioma dalla forma conica, ampia e folta. Morbidi, carnosi e grandi, i fiori che vanno dal bianco al rosato sono il regalo più bello dell'anno.  Per farla crescere al meglio va piantata in zone molto soleggiate al riparo da temperature e correnti d'aria troppo fredde.

Tasso: sempreverde tempestato di bacche (tossiche)

Il tasso, la pianta sempreverde dalle autunnali bacche rosse. © msnobody/123RF

Il tasso, la conifera sempreverde che può arrivare ai 20 metri d'altezza ha un aspetto maestoso ed elegante, perfetto arredare giardini di una certa importanza. La corteccia è di un marrone ramato, la chioma è folta e dalla forma rotondeggiante; le foglie allungate, piccole e lucide; i frutti delle bacche rosso vivo, estremamente tossiche per l'uomo. Ciò non toglie che il tasso abbia proprietà officinali. Predilige zone soleggiate perché non teme per nulla il caldo.

Cannella: l'albero sempreverde della spezia

La cannella, l'albero sempreverde famosa per gli usi in cucina. © pilialoha/123RF

La cannella, che si usa in cucina del guarnire anche deliziosi dolcetti è una spezia aromatica che si ottiene dal fusto e dai ramoscelli dell'albero sempreverde che può arrivare fino ai 15 metri d'altezza. Decorativa e originale, la cannella produce fiori in infiorescenze bianche che generano frutti.

Ginepro: il sempreverde selvaggio dalle bacche aromatiche

Selvaggio e noto come bonsai, il ginepro è l'albero sempreverde dalle bacche saporite. © Vadym Labynskyi/123RF

Selvaggio, in grado di adeguarsi ai climi più diversi, dal mare alla montagna, il ginepro è un albero sempreverde molto conosciuto in forma di bonsai. Famoso per le sue bacche aromatiche per insaporire l'arrosto e in generale carni a lunga cottura (vedi la lonza) ma anche dalle proprietà officinali, è assai decorativo per il giardino, l'importante è che la temperatura non scenda mai sotto lo zero.

Cipresso: il sempreverde preceduto dalla sua fama

Il cipresso è la pianta sempreverde perfetta che arreda (non solo) i bordi delle strade. © stevanzz/123RF

Originario di Cipro, ma anche dell'Iran del sud e della Turchia, il Cipresso è un albero sempreverde preceduto dalla sua fama: i viali più belli sono infatti costellati dalla conifera che può raggiungere i 50 metri d’altezza. Adattabile a tutti i climi (sopporta temperature fino a -20 °C), ama i suoli ricchi, profondi, drenati e umidi. 

Sequoia: il sempreverde più grande della Terra

La sequoia, l'albero sempreverde più grande della Terra. © Felix Lipov/123RF

L'albero più grande del mondo si chiama Generale Sherman, si trova in California, nel Sequoia National Park, ed è, per l'appunto, una sequoia, Non solo grande e alto (arriva fino a 115 m), l'albero sempreverde è anche assai longevo (ce ne sono esemplari vecchi 2mila anni). In caso il giardino lo permetta (gli esemplari europei non superano i 50 metri di altezza), la sequoia predilige posizioni soleggiate e un clima oceanico piuttosto che continentali, esposto a temperature troppo rigide. 

Eucalipto: la pianta sempreverde dei climi umidi

L'eucalipto, la pianta sempreverde e aromatica che ama il sole. © Weerapat Wattanapichayakul/123RF

Originario dell'Oceania, l'eucalipto è l'albero sempreverde aromatico noto per l'olio essenziale dai risvolti farmacologici e fitoterapici. Sebbene possa raggiungere fino ai 90 metri di altezza, in Europa non supera la ventina perciò si rivela una pianta ornamentale perfetta per i giardini italiani. L'importante è che il clima sia umido.

Olivo: il sempreverde millenario

L'olivo, la pianta sempreverde dalla vita (anche) millenaria. © Deyan Georgiev/123RF

Caratteristico della Puglia e della Toscana, l'olivo è l'albero sempreverde dal tronco intrecciato e nodoso, la corteccia solcata da profonde venature molto profumate e le foglie di forma ellittica e di colore verde argentato. Millenario, noto per i suoi frutti da cui si ricava il prezioso olio, l'olivo è ben adattabile 
a diversi tipi di terreno ma predilige quelli ben drenati e profondi. L'importante è che la temperatura non scena al di sotto dei 10°C.

Clivia: sempreverde fiorito

La clivia, la pianta sempreverde dal fiore meraviglioso. © Mariusz Jurgielewicz/123Rf

Una delle piante sempreverdi più amate per arredare (anche) gli appartamenti è la clivia Clivia. Succede in virtù della fioritura dalla forma a imbuto che vanno dal rosso all'arancio (se ne trovano anche di color albicocca e giallo) che, sebbene durino solo pochi giorni, è piuttosto rigogliosa e rapida. Per risultati migliori scegliere posizioni soleggiate e al riparo dalle correnti d’aria.

Araucaria: maestoso sempreverde 

L'auracaria, la pianta sempreverde originaria del Sud America. © flaperval/123RF

Maestoso ed elegante, l’Araucaria è l'albero sempreverde originario del Sud America perfetto per arredare un giardino di grandi dimensioni. La conifera, infatti, raggiunge anche i 70 metri di altezza. L'importante è assicurargli una posizione  soleggiata e molto luminosa e un clima temperato. 
 

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo