Distacco della retina: sintomi e intervento chirurgico

Fai una domanda
Il distacco della retina è la separazione di una parte della retina dal suo supporto con l’interposizione del liquido tra i due fogli. Si tratta di un’infezione grave sul piano funzionale che, se non trattata, può portare alla cecità.



Definizione

Il distacco retina è molto frequente nei soggetti miopi a causa di lesioni degenerative periferiche. Il distacco della retina secondario può essere causato da un trauma o favorito da alcune infezioni quali retinite diabetica, tumori soggiacenti ecc. Il distacco retina è una malattia dell’occhio e in particolar modo della membrana situata sulla superficie interna dell’orbita oculare, la retina. Il ruolo della retina è di cattura la luce e di trasmettere al cervello le informazioni visive ricevute. Questa membrana è composta da due foglie normalmente incollati tra loro. La separazione di questi fogli o il loro distacco può avvenire con l’età e in alcune condizioni quali miopia o trauma che interessa l’occhio.

Diagnosi

Un esame attento e profondo dell’occhio viene regolarmente praticato dall’oftalmologo per quei pazienti a rischio, alla ricerca di uno strappo, rottura retinica.

Sintomi del distacco della retina

I fosfeni sono lampi di luce, che si verificano sempre nello stesso posto. Le miodesopsie, o mosche molanti, sono un fenomeno entopico che provoca un’opacità della visuale (occhio vitreo), se il distacco della retina interessa la regione maculare.

Complicazioni

Senza il giusto trattamento il distacco della retina può causare la perdita definitiva della vista dell’occhio colpito. Esso comincia con una lesione della retina difficile da bloccare ma possibile da curare, trattandola ed evitando così il distacco della retina e le conseguenze possibili.

Intervento chirurgico

L’intervento chirurgico del distacco della retina deve avvenire repentinamente, al fine di limitarne l’estensione. Se il trattamento chirurgico è precoce, infatti, il distacco della retina non presenta alcuna conseguenza. Il trattamento di questo problema è esclusivamente di natura chirurgica e prevede di creare una cicatrice tra la retina e la coroide a livello dello strappo, utilizzando la crioterapia o il laser, per poi riposizionare la retina verso la parte posteriore dell’occhio combinata ad un’iniezione di una bolla di gas ad espansione, conosciuta anche con il nome di retinopessia pneumatica.

Foto: © Alila Medical Media- Shutterstock.com