0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Ascelle: ecco la causa del cattivo odore (e come eliminarlo)

Il cattivo odore è un grosso problema, che crea imbarazzo e che non sempre è controllabile usando semplici deodoranti per le ascelle. Invece di usare prodotti aggressivi o coprenti, una nuova scoperta potrebbe permettere di eliminare direttamente i batteri che lo producono.

Sudare fa bene, ma è un grosso problema. I deodoranti del futuro, grazie ad un una nuova scoperta scientifica, potranno eliminare il cattivo odore, invece di mascherarlo.


Il tema è più complesso di quel che possa sembrare. Finché si parla di quel tratto che, a naso, caratterizza ciascuno di noi, va tutto bene: è l'odore personale. Ma quando entra in gioco il sudore, la questione si complica. Il cattivo odore emanato dopo una corsetta al parco o affrontando una calda giornata in città, nonostante profumo e deodorante, non è sempre mascherabile. E piacevole.

Fino ad oggi, infatti, i prodotti specifici agivano in maniera poco mirata, cercando di coprire con le loro fragranze l'odore, bloccando le ghiandole sudoripare, o eliminando in maniera indiscriminata tutti i batteri presenti nella zona ascelle. Colpevoli di tanta irrespirabilità sono dei composti organici (detti tioalcoli, o tioli), caratterizzati appunto da un odore molto intenso. Ma la loro origine è sempre stata poco chiara e, di conseguenza, è stato difficile capire come inibirne l'azione.

Studiando i microrganismi presenti sulla superficie ascellare, gli scienziati Daniel Bawdon e Gavin Thomas dell'Università di York, hanno trovato il responsabile, un batterio chiamato Staphylococcus hominis, in grado di produrre gli enzimi che trasformano le molecole del sudore di quest'area del corpo in tioli. Più precisamente, i ricercatori hanno osservato al microscopio il gene che codifica le proteine responsabili della produzione degli enzimi.

Molte parti del nostro corpo sudano: quel che si è visto è che il sudore esce inodore dalle ghiandole ascellari, ma quando incontra il batterio responsabile del cattivo odore, quest'ultimo produce i puzzolenti tioli. In futuro sarà quindi possibile pensare a deodoranti meno aggressivi, con il compito di intercettare e neutralizzare il batterio del cattivo odore. Migliorando in un sol colpo stato di salute e appealing delle ascelle.

Copyright foto: Istock
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo