0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Natale: vacanze in baita

Chalet, masi, malghe: per tutti sono le baite, le case di montagna in pietra e legno con il camino e (oggi anche) la sauna. Il posto ideale per una vacanza  all'insegna della tradizione e del relax.

Le baite sono di varia metratura, possono ospitare coppie, famiglie, e gruppi di amici.


Nelle Alpi francesi, italiane e svizzere li chiamano chalet; nelle Dolomiti sono invece i masi, sono in muratura rivestita di legno e hanno i tetti a scandole, ricoperti di scaglie di pietra e fienile. Per tutti sono le baite, quelle che nei secoli scorsi erano le abitazioni in montagna dei pastori, dove si produceva e conservava il formaggio, e che oggi sono diventate le mete di montagna più amate (e ambite) dai turisti della neve. Costruite davanti alle piste, in pietra e legno, conservano il fascino del passato e offrono tutti i comfort moderni - dalla sauna all'idromassaggio - garantendo una vacanza ideale. 

I più solitari preferiranno invece le malghe e i rifugi, disseminati ovunque sulle Alpi, strutture accoglienti e all'avanguardia aggrappate alla montagna e rivolte al cielo. Sono lontani i tempi in cui erano capanne di legno ricoperte da tetti di lamiera: oggi - soprattutto i rifugi - sono strutture high tech, indipendenti dal punto di vista energetico e dotati dei comfort più moderni. Come il Neue Monte Rosa Hutte, per esempio, sul ghiacciaio di Gornergrat, vicino a Zermatt: è abbarbicato a 2883 mt di altezza e per il 90% è autosufficiente. Foderato da pannelli solari, l'edificio di cinque piani, a forma poligonale, è stato inaugurato nel 2010. Al Bivacco Gervasutti, invece, sembra di volare sul ghiacciaio del Freboudze del Monte Bianco che guarda la parete Est delle Grandes Jorasses. Costruito al posto di quello precedente e inaugurato nel 2011, il bivacco è realizzato in moduli, è energeticamente autosufficiente e connesso a Internet via satellite.

E allora, mouse alla mano, che cosa state aspettando a prenotare la vostra vacanza all'insegna del relax, immersi nella natura e coccolati dalle atmosfere di una volta? Friuli Venezia GiuliaTrentino Alto Adige, Lombardia, Svizzera, Austria, Piemonte, Val D'Aosta e Francia sono le regioni che offrono più alternative. I prezzi variano a seconda della metratura richiesta, dei servizi offerti e del periodo ma ce n'è per tutte le tasche: da 300 a 30mila euro alla settimana. Agli amanti del lusso è dedicata l'offerta di IKH Luxury, ma ottime proposte si trovano anche su AirBnB, Homelidays, Interchalet e Casa Vacanza. 

Copyright foto: Istock 
 

Sulle Dolomiti

Le Dolomiti regalano paesaggi mozzafiato.


C'è la Valsugana e la zona del Tesino, ci sono i panorami alpini della Vigolana e il paesaggio selvaggio della Valle dei Mocheni e Pinè, anche nota come "Valle Incantata"; c'è la conca del Primiero, la culla delle Dolomiti. E poi ci sono il Tirolo, la Val Pustaria"la valle verde dell’Alto Adige", la Valle Isarco e la Val Venosta. Insomma, in provincia di Bolzano, Trento, e Belluno le offerte per una vacanza invernale coprono le esigenze di tutti: viaggiatori solitari, famiglie e gruppi di amici, sportivi, pigri e golosi, saranno tutti accontentati. 

Sul sito Vacanze in baita  troverete la sistemazioni caratteristiche, poi non vi resterà che godevi il panorama e le offerte della regione. Dall'enogastronomia ai mercatini di Natale fino alle meravigliose giornate di sci: con Ski Family  i genitori pagano il biglietto e i bambini sciano gratis, con il nuovo Skipass XL, invece, basterà un solo biglietto per scivolare dalla Val di Fiemme alla Val di Fassa. Infine, ogni sabato, c'è TrentinoSki Sunrise, rivolto a tutti i mattinieri che vogliono provare l'emozione delle piste all'alba

Copyright foto: Istock 

I villaggi in Austria

I villaggi di baite intorno a Salisburgo sono l'ideale per una vacanza all'insegna del relax.


Intorno a Salisburgo ci sono dei veri e propri villaggi di antiche baite dove poter soggiornare completamente immersi nella natura ma a due passi dalle località sciistiche più famose. A Tauernchalets, a poche centinaia di metri dal Grossarl, dal villaggio Gastein (comprensorio Ski Amadé) si trovano gli chalet degli Alti Tauri, perfetti per gruppi da 6 a 10 persone e attrezzati con il camino, la sauna e un panorama mozzafiato.

Anche il Village Holzlebn propone una vacanza all'insegna del lusso e della tradizione: ogni cottage - ospitano fino a 14 persone - è dotato di camino, sauna e bagno turco e accesso diretto alle piste. E ancora: a disposizione slittino, una fattoria didattica, una vasca idromassaggio, massaggi e solarium.

Le malghe di Almdorf Flachau, con i tetti a scandole di legno e le pareti che scricchiolano, svelano tutto il fascino dell'atmosfera di una volta: munite di stufa a legna, sauna e slittino si trovano direttamente sulle piste da sci. Discorso molto simile per il villaggio di 20 malghe di Maria Alm a cui va aggiunto il panorama strepitoso delle montagne dell'Hochkönigs

Infine, ideali per una vacanza in famiglia, ci sono i dieci chalet Naturdorf Oberkühnreit, sopra la valle del Salzach, sul crinale della wild-Kogel. Se le costruzioni sono in legno (e le comodità sono le stesse offerte dagli altri villaggi), qui gli arredi sono tutti organici

Copyright foto: Istock 

La Valtellina

Bormio, con le sue terme attive dal I° secolo è la località della Valtellina che offre più soluzioni.


Livigno, Bormio, Santa Caterina Valfurva: sono solo alcune delle località più rinomate della Valtellina, il comprensorio che offre oltre 400 chilometri di piste, snowpark e più di 200 chilometri per gli amanti dello sci di fondo. Per non parlare dei rinomati Bagni di Bormio, che dal I° secolo è ancora oggi una delle Spa più rinomate al mondo. Propio qui si trovano lo Chalet Terme e il Residence Chalet Gardenia, strutture a due passi dalle Terme e dalle piste. Ma è nella Contrada Beltramelli a Villa di Tirano che si respira l'atmosfera suggestiva del passato contadino che, grazie a un'accurata opera di restauro offre i migliori comfort.

Copyright foto: Istock

Il lusso svizzero

In Svizzera gli chalet offrono tutti i comfort possibili e immaginabili.


Lo chalet a Verbier, in Svizzera è una garanzia per gli amanti del lusso, della tradizione e alla ricerca di una vancanza romantica e rilassante. Lo chalet (non proprio economico) è equipaggiato con piscina interna e spa e completamente immerso nella natura. Lo Chalet Alouette si trova invece nello storico e affascinante villaggio di Grimentz, mentre lo Chalet Zen, di proprietà privata ma decisamente lussuoso e accogliente (con tanto di bagni in marmo e biblioteca), si trova a Zermatt, a cento metri dalla pista che porta fino al ghiacciaio Theodul, la porta d'accesso al comprensorio sciistico. Per tutti gli altri c'è l'imbarazzo della scelta: basta decidere la zona e il periodo e la Svizzera, non vi deluderà. 

Copyright foto: Istock 

Dalla Val d'Aosta all'alta Provenza

Dalla Val d'Aosta all'Alta Provenza le proposte sono infinite.


Dalla Valle d'Aosta al cuore della Valle dell'Ubaye - per intenderci dal Gran Paradiso all'Alta Provenza passando per Les Thuiles - le proposte sono infinite. I paesaggi sono quelli classici di montagna, con antiche baite in pietra ai piedi delle piste da sci, incorniciati tra laghetti e boschi di larici mentre i comfort sono quelli delle strutture più moderne. 

D'altra parte Les Trois Vallées, le tre valli nel cuore delle Alpi francesi, si sono aggiudicate il riconoscimento di comprensorio sciistico più esteso al mondo. Val Thorens, Les Menuires, Meribel-Mottaret e Courchevel, ma anche piccoli centri sciistici emergenti come San Martino, La Tania e Brides les Bains non vanno trascurati.

Copyright foto: Istock 

In Piemonte

Il Piemonte, noto per il comprensorio de La Via Lattea, offre numerose soluzioni.


Noto per la Via Lattea, uno dei comprensori sciistici più vasti d'Europa con i suoi 400 chilometri di piste che arrivano fino in Francia, il Piemonte offre molte possibilità agli amanti della montagna. A cominciare dalle montagne olimpiche dove, basta spostarsi nelle frazioni per trovare borghi meravigliosi. Come Jouvenceaux (Sauze D'Oulx) dove troverete lo Chalet La Petitta

In provincia di Vercelli si trova invece Alagna, il centro turistico principale dell’alta Valsesia ai piedi del Monte Rosa, dove si respira ancora l'antica cultura Walser: qui i primi insediamenti risalgono al 1200

Infine, una proposta alternativa è l'Ecovillaggio Sagna Rotonda, in Valle Maira, a Marmora (Cuneo), che permette soggiorni nelle splendide baite in pietra.

Copyright foto: Istock 

Friuli Venezia Giulia

Sulle Alpi Carnie e Giulie le sorprese parlano quattro lingue.


Una vacanza nelle montagne in Friuli Venezia Giulia è un'esperienza unica e inaspettata. Piste innevate meravigliose e poco affollate, enogastronomia di qualità, cittadine come gioielli. Qui le Dolomiti tolgono il fiato, il paesaggio è selvaggio, il clima è estremo e l'atmosfera venata di sfumature cosmopolite. Se le Alpi Carnie offrono il comprensorio dello Zoncolan e di Forni di Sopra, di Sauris e Fonri e dopo lo sci, le Terme di Arta, sui versanti delle Alpi Giulie, si affacciano ben quattro nazionalità, culture e lingue. Non vi stupite se insieme all'italiano "Buongiorno" sentirete anche il "Mandi" friulano, il "Gruss Gott" tedesco e il "Dober dan" sloveno. Come a Valbruna, per esempio dove insieme alle quattro lingue potrà capitarvi d'incontrare la lince, l’aquila e l’orso. Il tutto protetti al caldo del vostro chalet

Copyright foto: Istock


Pubblicato da . Ultimo aggiornamento da laRedazione.

Il documento intitolato «Natale: vacanze in baita» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo