Cianosi – Definizione

Fai una domanda
La cianosi indica un colore bluastro della pelle, sintomo della minore ossigenazione del sangue. Questo disturbo può essere generalizzato o periferico.


Cianosi ed emoglobina

Il termine cianosi indicazioni uno stato per cui il soggetto presenta una colorazione blu delle mucose e della pelle. Questo disturbo è dovuto alla presenza nel sangue di più di 5 g per dl di emoglobina non ossigenata o di composti come bla carbossiemoglobina, la solfoemoglobina e la metaemoglobina.

Cianosi periferica o centrale

La cianosi può essere localizzata, spesso a livello dell’estremità degli arti, dita, piedi (cianosi periferica) come è il caso del fenomeno di Raynaud, oppure risultare generalizzata, nel caso di shock o insufficienza respiratoria cronica.

Cause della cianosi

La cianosi rispecchia molto spesso il sintomo di una patologia più grave che può colpire l’adulto in patologie dei polmoni che contrastano o occludono una buona ossigenazione del sangue. Mentre la cianosi del neonato può manifestarsi a seguito della tetralogia di Fallot, una malformazione genetica del sistema cardiaco che necessita di un rapido intervento.