Cirrosi epatica: sintomi, cause e cura

Fai una domanda
La cirrosi epatica è una patologia che indica l’alterazione del tessuto epatico, in lenta evoluzione che, spesso, al suo stadio iniziale, non presenta molti sintomi.



Definizione

In presenza di una cirrosi epatica il fegato diventa fibroso e causa la distruzione delle sue stesse cellule, gli epatociti. Se non trattato per tempo, questo processo autodistruttivo può portare ad un’insufficienza epatica, la quale a sua volta comporta una riduzione del corretto funzionamento di questo organo, con conseguenze anche molto gravi che ne possono derivare.

Sintomi

Nei primi tempi la patologia è asintomatica. I primi sintomi vengono di solito avvertiti in presenza di complicazioni.Tra le principali manifestazioni sintomatiche legate alla cirrosi epatica ricordiamo inappetenza, ascite, nausea, prurito, ingrossamento della milza, gonfiore degli arti, ittero e stato confusionale. Tra le complicazioni, invece, carcinoma del fegato, aumento della dilatazione dei vasi sanguigni nello stomaco, infezioni.

Cause

La causa principale della cirrosi epatica è l’abuso di alcool (si parla in questo caso di cirrosi alcolica). Essa può presentarsi anche come concausa, ad esempio quando un paziente è affetto da epatite cronica. Infatti, circa un caso su quattro di pazienti affetti da epatite C cronica sviluppa uno cirrosi epatica così come anche soggetti affetti dal virus dell’epatite B e D anche se per questi il processo è molto lungo. Secondo dati scientifici, sarebbero necessari 20 anni o più affinché i pazienti con epatite virale cronica sviluppino la cirrosi, mentre i tempi sono dimezzati nel caso di soggetti alcolizzati.Tra le altre cause che provocano stadi di cirrosi epatica ricordiamo, processi infiammatori o farmaci, patologie che colpiscono le vie biliari come la cirrosi biliare primitiva e malattie ereditarie o autoimmuni.

Cura

In presenza dei primi sintomi di cirrosi epatica è bene rivolgersi al proprio medico di base o ad uno specialista al fine di determinare la diagnosi e di ricercare la terapia più adatta da prescrivere.In linea generale, però, per alleviare i sintomi e le complicazioni di questa patologia, per la cirrosi in soggetti con dipendenza da alcool sono previste cure che hanno l'obiettivo di curare questa dipendenza con terapie specifiche per alcolisti.


Per quanto riguarda la cirrosi di origine epatica, invece, la cura prevede l'assunzione di farmaci mirati alla cura della patologia sottostante e delle sue eventuali complicazioni. Tra le pratiche, la cura a base di una dieta equilibrata, il riposo totale e l'eventuale paracentesi del liquido presente nell'addome. La cirrosi epatica è una malattia irreversibileche una volta sviluppate non possono essere curate in maniera definitiva, senno tramite un trapianto di fegato, anche questo valutato dai medici in determinate condizioni.

In Italia, i disturbi del fegato e le patologie ad esso collegate sono sostenute da varie associazioni e fondazioni che promulgano la consapevolezza delle epatopatie a sostegno della ricerca scientifica in questo ambito. Ѐ il caso della Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia, legata all'Associazione Italiana per lo Studio sul Fegato (AISF).

Foto: © Alila Medical Media- Shutterstock.com