0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Sindrome di Gilbert: sintomi e dieta

La sindrome di Gilbert è una patologia epatica genetica causata da un eccesso di bilirubina nel sangue, che presenta come sintomo più evidente l’ittero.


Malattia di Gilbert: definizione

La sindrome di Gilbert è una malattia epatica che fa parte dell’iperbilirubinemia, ossia di quella categoria di patologie che vedono eccedere e aumentare il tasso di bilirubina nel sangue. Si tratta di una malattia frequente che può complire fino al 6% della popolazione, indipendentemente dal sesso, ma sempre dopo il periodo dell’adolescenza. Non è facilmente diagnosticabile, poiché poco visibile.

Bilirubina alta cause

La bilirubina è un pigmento biliare di colorazione giallo, prodotto dalla degradazione dell’emoglobina, trasformata al livello del fegato e normalmente eliminata dalla bile. Nel caso della sindrome di Gilbert, il definito dell’enzima colpisce l’eliminazione della bilirubina provocandone un aumento nel sangue. Si tratta di una patologia ereditaria, trasmissibile.

Sintomi

La sindrome di Gilbert è spesso asintomatica, e l’unico dato sintomatico visibile è l’ittero, che colora di giallastro le pupille e il congiuntivo degli occhi. Mal di testa, dolori addominali e nausea possono accompagnare questa patologia. I sintomi sono variabili e possono risultare più o meno visibili a seconda dell’attività e dello stato di salute del paziente. Le fasi più avanzate di ittero risultano più visibili in caso di digiuno, infezione, consumo d’alcool, fatica, stress e attività fisica intensa. I segnali della presenza della malattia di Gilbert non sono gravi e non provocano alcun tipo di complicazioni.

Diagnosi

Essendo asintomatica, la scoperta della sindrome di Gilbert è fatta spesso in maniera fortuita, dopo aver effettuato delle analisi del sangue. Pelle e occhi si ingialliscono a causa della forte concentrazione di bilirubina, e i sintomi si manifestano sotto 30mg/l.

Dieta

La patologia è benigna e non prevedere un trattamento terapeutico particolare. Basta a volte solamente adottare uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata che riduca il consumo di alcool e che sia ricca di frutta e verdura, eliminando cibi ipercalorici. Raccomandabile anche evitare lunghi periodi di digiuno. Gli altri sintomi, quali mal di testa, dolori addominali e nausea, possono venire trattati con medicinali.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo