Sindrome di Asherman: sintomi e cura

Fai una domanda
La sindrome di Asherman è una patologia intrauterina caratterizzata dalla formazione di aderenze nell’utero tra le pareti anteriore e posteriore, che possono essere sottili o spesse, localizzate o confluenti.


Sintomi

I sintomi della sindrome di Asherman sono di solito amenorrea (cioè mestruazioni assenti) e dolori dovuti alle aderenze che bloccano la cervice. Ma questi sintomi non valgono per tutte le pazienti. Solo una visita specialistica può determinare, con certezza, lo stato specifico in cui verte ogni singola donna con questo tipo di sintomi.

Sindrome di Asherman dopo raschiamento

Le aderenze intrauterine possono essere causate da interventi chirurgici di raschiamento, avvenuto dopo il parto o un aborto.

Cause

La sindrome si manifesta a seguito di un trauma all’endometrio, che impedisce il normale processo di risanamento, portando ad uno stato in cui le aree danneggiate si fondono insieme. Oltre al caso già visto, le cause della sindrome di Asherman possono essere connesse ad interventi effettuati per la rimozione di fibromi o polipi.

Sindrome di Asherman e gravidanza

I rischi di una gravidanza con la sindrome di Asherman dipendono dalla gravità della situazione. Vanno quindi valutati caso per caso dallo specialista, anche se i casi lievi della sindrome di solito non destano preoccupazione per una gravidanza.

Cura

Il trattamento può avvenire con isteroscopia adoperata da un chirurgo specializzato.


Foto: © Gennady Kireev - 123RF