Uma Thurman: "Harvey Weinstein, non ti meriti neanche un proiettile"

Giulia Vola

A più di un mese dallo scandalo Harvey Weinstein, Uma Thurman augura un felice Giorno del Ringraziamento a tutti e lancia un messaggio all'ex produttore.


Più cattiva che mai, Uma Thurman in versione Beatrix Kiddo augura una lenta agonia ad Harvey Weinstein, l'ex produttore accusato da centinaia di donne di molestie e da alcune pure di stupro. Lo fa con un post su Instagram, il Giorno del Ringraziamento. "Ho detto che ero arrabbiata di recente e avevo alcuni motivi, #metoo, nel caso non si capisse dall'espressione del mio volto." esordisce l'attrice 47enne che con Weinstein ha lavorato in sette film, tra cui Pulp Fiction e, per l'appunto, Kill Bill. Esordisce citando l'hashtag creato da Alyssa Milano, che ad Hollywood ha fatto scoppiare un altro scandalo: quello di James Toback.

Prosegue chiarendo la sua posizione: "Credo sia importare seguire i propri tempi, essere giusti, esatti, quindi... felice giorno del Ringraziamento a tutti!". Infine, conclude lanciando il messaggio al vetriolo che, anche se scritto tra parentesi, fa un boato grande così: "(Escluso te Harvey, e tutti i tuoi perfidi cospiratori - sono contenta che proceda tutto a rilento - non ti meriti neanche un proiettile). Stay tuned".

Insomma, Uma, che nelle scorse settimane aveva preferito tacere dicendosi troppo arrabbiata per commentare la vicenda nonostante fosse stata tirata in ballo dalle colleghe - tra cui l'italiana Asia Argento che aveva postato "Cara #UmaThurman fai pace con la tua anima. Abbiamo bisogno della tua voce forte" - ha accontentato tutti con un post che avrà fatto andare di traverso il tacchino a più d'uno.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.