Acne cistica: cause e rimedi

Fai una domanda
L’acne cistica è la forma più importante di acne. Vediamone cause e rimedi naturali e farmacologici.


Cos’è l’acne cistica

L’acne cistica è una malattia degli annessi cutanei, follicoli piliferi e ghiandole sebacee, che vengono colpiti da processi infiammatori di natura batterica. Essa è caratterizzata da papule (piccoli ponfi rossastri), comedoni (i cosiddetti punti neri), brufoli (pustole bianche e giallastre) e cisti. Si tratta tipicamente di una malattia dell’adolescenza che colpisce, quindi, fra i 16 e i 30 anni. È la forma più seria di acne ed è caratterizzata dalla presenza di noduli e cisti di grandezza variabile (da pochi millimetri a qualche centimetro) al volto e al tronco.

Cause

Non sono ancora chiarite le cause dell’acne cistica, ma pare che all’origine della malattia vi sia un’eccessiva attività delle ghiandole sebacee indotta da uno stimolo neuroendocrino. A sua volta la cute in risposta allo stimolo neuroendocrino provoca una cheratinizzazione del dotto pilifero o del poro dove si accumula sebo in eccesso, si forma così il punto nero (il colore nero è dovuto a deposito di melanina), facile nido di sviluppo di batteri. Questi ultimi determinano i fenomeni infiammatori che portano alla formazione di brufoli e cisti. L'acne cistica va curata con tempestività perché il suo protrarsi potrebbe portare a guarigione con cicatrici.

Rimedi naturali

Vi proponiamo di seguito un elenco dei rimedi naturali più utilizzati per combattere l’acne cistica. L’olio di cocco possiede proprietà antimicrobiche, idratanti e riparatrici. Il suo uso è topico, va applicato e quindi risciacquato, ogni sera. Il miele va anch’esso applicato localmente, ma deve agire per almeno 30 minuti e quindi va rimosso con acqua tiepida, ogni sera. L’aceto di mele, di cui si sfruttano l’attività antiseborroica ed antibatterica, va sempre applicato localmente, ogni sera. L’aloe vera, che possiede proprietà antiossidanti e idratanti, dopo l’applicazione va lasciata per 30 minuti e poi risciacquata con acqua tiepida, ogni sera. Infine, la curcuma, possiede attività antibatterica ed antiossidante, la sua polvere va miscelata con acqua o olio di sesamo, applicata localmente e lasciata per 30 minuti, va risciacquata con acqua tiepida, ogni sera.

Rimedi farmacologici

La medicina tradizionale utilizza nella terapia dell’acne cistica l’isotretinoina (vitamina A), che però ha l’inconveniente di possedere una tossicità anche elevata che può provocare da disturbi intestinali e gastrici a dolori ossei e perfino azione mutagena. Utili anche trattamenti fisici come micro peeling e la terapia fotodinamica.

FOTO:©obencem/123RF