0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Cistite interstiziale: sintomi e cura

La cistite interstiziale, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, è una delle patologie più complesse in ambito urologico.


Definizione

La cistite interstiziale è una malattia infiammatoria cronica della vescica che può essere estremamente debilitante poiché provoca infatti numerosi problemi, che vanno dal bisogno quasi costante di urinare al dolore associato ad ogni minzione. Questo disturbo può colpire persone di ogni sesso ed età, ma si manifesta con maggior frequenza in donne di età compresa fra i 20 e i 50 anni.

Sintomi nell’uomo e nella donna

La cistite interstiziale si presenta con gli stessi sintomi della “classica” cistite infettiva, quindi bruciore e dolore durante l’emissione dell’urina, dolori pelvici al riempimento della vescica e stimolo impellente e costante ad urinare, ma non vi sono i segni dell’infezione urinaria. Le analisi microbiologiche, infatti, risultano negative e la terapia antibiotica è inefficace. Nelle donne il disturbo è spesso associato a dolori vaginali, tali da provocare un’impossibilità di avere rapporti sessuali. Gli uomini affetti da cistite interstiziale possono soffrire di dolori ai testicoli, allo scroto e al perineo e possono avere eiaculazioni dolorose.

Cause

La causa alla base di questa infiammazione della vescica è al momento sconosciuta, anche se sono state proposte origini infettive, ormonali, vascolari, neurologiche o secondarie ad una patologia immunitaria. Tra le possibili cause sono state anche ipotizzate malattie trasmesse sessualmente, allergie a trattamenti farmacologici e traumi, anche chirurgici, della zona pelvica.

Cura

Occorre sottolineare che non esiste un trattamento specifico e risolutivo della malattia. Sono comunque disponibili svariate misure: farmacologiche, fisiche o chirurgiche per ridurre l’infiammazione ed alleviare il disagio dei pazienti. Le terapie farmacologiche per via orale prevedono la somministrazione di antidolorifici, antinfiammatori ed antidepressivi triciclici, come l’amitriptilina, pentosan polisolfato sodico e alcuni antistaminici. Un altro approccio terapeutico consiste nell’istillare direttamente in vescica farmaci con capacità riparative nei confronti della mucosa vescicale, quali dimetilsulfossido ed eparina. Possono essere istillati un vescica anche acido ialuronico, tossina boltulinica o può essere praticata la neuro stimolazione elettrica transcutanea. Infine, in casi estremi (che non rispondono ai trattamenti convenzionali) può essere presa in considerazione la chirurgia.

Dieta

Anche l’alimentazione può aggravare i problemi della cistite interstiziale. I cibi molto piccanti o irritanti, come spezie, agrumi, pomodoro, cioccolato, bevande alcoliche, caffè possono infatti aggravare i disturbi esistenti. È quindi importante alimentarsi in modo sano, evitando gli alimenti che possono causare infiammazione ed irritazione della vescica. Infine, particolare attenzione viene riservata alla correzione di eventuali anomalie posturali e all’adozione di uno stile di vita sano, con ottimale gestione dello stress quotidiano e attività fisica regolare.



FOTO:© Judith Dzierzawa/123RF
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo