Orticaria da stress: sintomi e rimedi

Fai una domanda
L’orticaria è un tipo di eruzione cutanea che colpisce all’improvviso e solitamente dura poco. Essa può essere provocata da allergie o da condizioni di forte stress.



Orticaria da stress: come riconoscerla

In presenza dell’orticaria da stress il paziente manifesta una forte sensazione di prurito, che lo porta a grattarsi in maniera eccessiva. L’azione compulsiva di grattarsi nello stesso punto, o in più punti differenti, può comportare l’aggravarsi della situazione, che da un punto di vista medico risulta essere non grave, da un punto di vista quotidiano e comportamentale può determinare un atto cronico che può durare anche per un lungo periodo, incidendo negativamente sulla vita del paziente.

Durata

A seconda del quanto dura, l’orticaria da stress si distingue in due tipi differenti: orticaria da stress acuta e quella cronica. Il primo tipo, l’orticaria da stress acuta, tende ad essere una condizione temporanea che si risolve, senza cure specifiche, nell’arco di due o tre giorni. Questo tipo di orticaria sopraggiunge all’improviso e nella maggior parte dei casi è correlata a reazioni allergiche di lieve entità che colpiscono in prevalenza donne. Per quanto riguarda l’orticaria da stress cronica, invece, la sintomatologia è uguale a quella del primo tipo, ma è la sua durata che ne definisce la sua peculiarità. Infatti, in presenza di un’orticaria da stress cronica, i sintomi tendono a superare i due mesi e a creare zone di rush cutaneo, anche parecchio estese, alternate a periodi di calma in cui il prurito scompare all’improvviso. Essa è tendenzialmente causata non solo da stress, ma anche da un maggior consumo di alcol e reazioni autoimmuni anomale.

Cause

Tra le cause annoverabili dell’orticaria, a parte lo stress, è possibile che vi soggiacciono degli squilibri ormonali che rilasciano alte dosi di istamina, mediatore chimico che ha a carico il compito d reagire alle reazioni allergiche, o infiammazioni, in atto nell’organismo, i quali, a loro volta, possono comportare il rigonfiamento dell’angioderma (parte più profonda della cute). Infezioni, parassiti intestinali, cambi di temperatura, luce del sole, alimenti a cui si è allergici, farmaci, ecc. sono tra le altre cause possibili. Questa condizione può essere definita anche idiopatica o correlata a disturbi psichici quali l’ansia.

Sintomi

L’orticaria può manifestarsi in ogni parte del corpo: tronco, braccia, gambe, anche se in generale sono il viso e il collo i punti più colpiti. Oltre il prurito, i sintomi manifestabili possono essere: gonfiore, malessere generale, lesioni (dette anche pomfi), rossore a livello cutaneo. I sintomi dell’orticaria da stress nei bambini possono essere generati da allergie, forti emozioni e sforzi fisici da tenere sotto controllo, cercando di evitare il più possibile la somministrazione di farmaci. Mentre l’orticaria da stress in allattamento o in gravidanza è una condizione frequente, non grave, che deve essere monitorata, in quanto sintomo anche di depressione post-partum.

Cure

Come precedentemente accennato, molto spesso l’orticaria da stress, soprattutto se acuta, non viene curata. In caso contrario, diagnosticando l’eventuale causa primaria riducendo lo stress o l’ansia, ad esempio. Per alleviare i sintomi è possibile che siano somministrati farmaci a base di cortisone e antistaminici a contrasto di un’eventuale allergia in corso. La somministrazione di questi farmaci deve avvenire previo controllo medico e sotto sua prescrizione, onde evitare gli eventuali effetti collaterali associati.

Rimedi naturali

L’orticaria da stress può essere curata anche facendo ricorso a rimedi naturali, che a differenza di farmaci veri e propri, non presentano molti effetti indesiderati per la pelle. Trattasi in prevalenza di creme e gel locali a base di aloe vera, camomilla, tea tree oil e acqua con poco di bicarbonato, sempre da spalmare sulla pelle per alleviare la sensazione di prurito.

Foto: © thodonal - 123RF