Duodenite: sintomi e cause

Fai una domanda
Per duodenite s'intende una infiammazione o irritazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue. In questo senso non va confusa con la gastrite, infiammazione che riguarda il rivestimento dello stomaco.


Cause

Dallo stress all’ernia iatale, le cause della duodenite possono essere diverse. Alla base dell’infiammazione ci sono tutti quel fattori scatenanti che sono alla formazione di ulcera, come l’Helicobacter pylori, anche se un ruolo è dimostrato anche per gli stati di forte stress, da un’ernia iatale oppure una un'infezione virale. Altre cause possono essere un uso prolungato di farmaci come aspirina, ma anche un abuso di alcol. È talvolta correlata alla celiachia, al morbo di Crohn ad alcune malattia parassitarie.

Sintomi della duodenite

I sintomi della duodenite sono spesso sfumati, come tensione e dolore a livello dell'epigastrio, problemi di digestione e nausea. Possono anche presentarsi un senso di bruciore e crampi, unito ad un senso di sazietà.

Tipi di duodenite

Duodenite cronica

Come la gastrite, anche la duodenite può essere acuta o cronica: in questo secondo caso si sviluppa lentamente e per diversi mesi. In tal caso tende e progredire prostrandosi nel tempo.

Duodenite erosiva

La forma di duodenite detta acuta si presenta in modo improvviso e può avere una durata breve. Ma se l’infiammazione si allarga alla mucosa dell’esofago seguono una serie di complicazioni, tipiche dell’ulcera.

Terapia per la duodenite

La cura, farmacologica, mirata alle abitudini alimentari e allo stile di vita, varia molto a seconda della causa sottostante il problema (e l’infiammazione). Possono essere quindi, a seconda dei casi, prescritti antibiotici, accanto a farmaci anti-acidi e acido-bloccanti.

Dieta

I rimedi naturali per la duodenite, di fatto, si concentrano sull’uso di materie prime fresche e sane per l’alimentazione. Fondamentale, infatti, è l’introduzione di una dieta che eviti aggressioni alla mucosa intestinale, che quindi limiti spezie, alcol e caffè, cibi speziati, bevande gassate, preparazioni complesse e fritte o ricche di salsa. Via libera invece a cereali, verdura, carne e pesce magri.

Foto: © Sebastian Kaulitzki - 123RF