0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Pollachiuria: definizione, cause e diagnosi

Fai una domanda
La pollachiuria (voglia frequente di urinare) è piuttosto un sintomo (che ritroviamo in diverse patologie urinarie) che una malattia. La voglia di urinare è frequente, ma la quantità di urine giornaliera non aumenta. Si parla di pollachiuria al di là delle 7 minzioni in 24 ore.


Definizione

Il termine pollachiuria designa il bisogno di urinare troppo frequentemente, spesso più volte per ora, legato alla falsa impressione di avere nuovamente la vescica piena. La quantità di urina emessa nel corso della giornata non è però aumentata, le minzioni risultano solamente di volume minore.

Pollachiuria diurna

La pollachiuria diurna compare essenzialmente durante la giornata, ed è valutata attraverso la frequenza alla quale il paziente deve rendersi al bagno. Tale impressione è generalmente dovuta ad un’irritazione a livello di un organo delle vie urinarie. Le cause d’irritazione sono molto numerose: infiammazione della vescica chiamata cistite (chiamata semplicemente infezione urinaria), prostatite, infiammazione della prostata o ipertrofia benigna della prostata nell’uomo.

Pollachiuria notturna

La pollachiuria notturna disturba essenzialmente la notte e se quantifica per il numero di volte in cui ci si alza per andare al bagno. L’ipertrofia benigna della prostata di scopre classicamente grazie alla pollachiuria notturna.

Altri sintomi

Parallelamente, altri sintomi di disturbi della minzione possono essere presenti, come la necessità di sforzarsi per urinare, o l’esistenza di perdite o di bruciore.

Cause

Diverse malattie infiammatorie, come l’uretrite, la cistite, o la prostatite possono manifestarsi come pollachiuria. Infezione prostatiche, come l’ipertrofia benigna della prostata o cancro della prostata, sono spesso sospettate negli uomini. Malattie che causano iperattività del muscolo detrursore, muscolo della minzione, sono egualmente cause frequenti. Delle origini psicologiche sono possibili.

Diagnosi

La diagnosi della pollachiuria è effettuata tramite interrogazioni al paziente. Degli esami complementare possono essere realizzati per scoprire la causa di questo sintomo. Può trattarsi di un esame uro-genitale, neurologico, citobatteriologico delle urine, di un bilancio urinodinamico, o di un’ecografia delle vie urinarie.

Trattamento

Per trattare la pollachiuria bisogna, necessariamente, trattare la sua causa. A seconda di quest’ultima il trattamento può passare per dei medicinali (antibiotici o anticolinergici), misure igienico-dietetiche, riaducazione o trattamento chirurgico. In caso di minzione troppo frequente consultare un medico.

FOTO:©Bjoern Wylezich/123RF