0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Sarcopenia: cause, sintomi e prevenzione

Con l’età, la massa e la forza muscolare diminuiscono dando origine alla sarcopenia, una malattia che si manifesta generalmente a partire dai 70 anni con la tendenza ad aggravarsi nel tempo. Ma come limitare i suoi effetti? Vediamo come.


Definizione

La sarcopenia è una patologia correlata all’invecchiamento e che si caratterizza con una diminuzione progressiva della massa muscolare, della forza muscolare e della performance in soggetti di età al di sopra dei 70 anni. La sarcopenia può anche iniziare verso l’età dei 30 anni, con una perdita della diminuzione della forza muscolare, il cui processo può essere accelerato da un malfunzionamento endocrino o da un’alimentazione non adatta. Nella sua fase terminale, la sarcopenia comporta la perdita di autonomia, aumenta i rischi di caduta e affievolisce le funzioni vitali con una diminuzione del sistema immunitario.

Cause

La sarcopenia è causata da una diminuzione progressiva del numero delle fibre muscolari. Trattasi, questo, di un fenomeno normale, la cui gravità accresce con il tempo. Le principali cause della sarcopenia sono l’alterazione delle proteine muscolari, la degradazione del comando nervoso e delle contrazioni muscolari, l’abbassamento del tasso di ormoni anabolizzanti e dell’apporto delle proteine, l’assunzione di alcuni tipi di farmaci. Altri fattori come un utilizzo insufficiente dei muscoli può favorire la perdita della massa muscolare e della forza muscolare: ripetizione di periodi di inattività, stando troppo stesi o in caso di ospedalizzazione.

Sintomi

La sarcopenia passa di solito inosservata in un primo momento, per poi manifestarsi impedendo il corretto svolgimento delle attività quotidiane: il camminare, il salire le scale, l’alzarsi da una posizione seduta a una in piedi, ecc. La forza muscolare consente infatti di mantenere l’equilibrio e di correggere la postura in caso di caduta. Tre sono gli stati determinanti l’evoluzione della malattia. La pre-sarcopenia che designa la perdita della sola massa muscolare; la sarcopenia che colpisce la massa e la forza o la performance, e infine, la sarcopenia grave che associa la perdita della massa, della forza e della performance. I rischi di complicazioni sopraggiungono a partire dal secondo stadio: la sarcopenia favorisce le cadute, le fratture e l’incapacità di movimento, considerato tra i fattori aggravanti la sarcopenia, capace di rallentare in ugual modo anche la qualità di vita del paziente che ne soffre.

Prevenzione

La muscolatura e il rinforzo muscolare, accompagnato dall’attività fisica sono tra i migliori mezzi di cura e rallentamento degli effetti sintomatici della sarcopenia. Delle sedute regolari di fisioterapia, adatte allo stato di salute specifico del paziente, possono aumentare e mantenere la velocità di marcia e movimento, il movimento di alzarsi e sedersi, di evitare le cadute. Trattasi perlopiù di esercizi di resistenza e di ripetizione di gesti semplici del quotidiano. Si raccomanda di completare l’attività fisica con una dieta per la massa muscolare ricca di proteine per limitare la perdita di massa muscolare: al giorno tra 1 e 1.2 kg pr una persona anziana in buona salute, e 1.5 a 15.5kg per una persona mal nutrita, sottopeso.

Cura

Un trattamento a base di ormoni sostitutivi viene consigliato, tenendo conto dei loro possibili effetti secondari. In caso di sarcopenia severa delle sedute di kinesiterapia possono essere prescritte.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo