6
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come pulire la lavatrice: aceto e bicarbonato per igiene profumata

Lavare la lavatrice è un’operazione importante per una corretta manutenzione dell’elettrodomestico e  per assicurare un bucato sempre profumato.

Pulire la lavatrice è importante per scongiurare calcare e muffe, nemici in grado di danneggiare l'elettrodomestico. © kalcutta/123RF


Pulizia lavatrice: premesse

La lavatrice va lavata. Sembra un paradosso ma non lo è: per avere un elettrodomestico che dura negli anni e assicura un bucato perfetto, allora è necessario dedicare un po’ di tempo e pochissima fatica alla pulizia della lavatrice. Anzitutto è importante scongiurare la formazione di muffe, soprattutto in prossimità delle guarnizioni e nelle vaschette, e di calcare, il nemico numero uno della lavatrice; in secondo luogo è buona abitudine pulire regolarmente il cestello in modo che sia igienizzato e, perché no, anche profumato. Il tutto in maniera eco-friendly ed economica, s’intende.


Pulizia cestello lavatrice

Pulire il cestello della lavatrice significa eliminare i residui di sporco lasciati dagli indumenti e prevenire la formazione del calcare. Per farlo basta far partire un lavaggio a vuoto dopo aver inserito nella vaschetta del detersivo un bicchiere d’aceto bianco, due cucchiai di bicarbonato (utile per pulire anche -e non solo - il forno) e qualche goccia di olio essenziale di lavanda o di limone. Per il massimo del risultato si consiglia un lavaggio a 90 °C evitando la centrifuga. La pulizia andrebbe effettuata al meno una volta al mese.


Manutenzione della lavatrice: pulire il filtro

La lavatrice si blocca? Non centrifuga? Non scarica? Probabilmente la ragione va ricercata nelle condizioni del filtro che, se intasato, compromette il funzionamento dell’elettrodomestico. Pertanto è importante pulirlo periodicamente, al meno due volte all’anno. Anzitutto va individuato: nella maggior parte degli elettrodomestici è posizionato sotto l’oblò ma per eventuali dubbi basta consultare le istruzioni. A quel punto è importante chiudere il rubinetto dell’acqua, staccare la corrente elettrica, posizionare una bacinella sotto al filtro che, una volta allentato girando la manopola in senso antiorario, farà uscire un po’ d’acqua. Raccolta l’acqua, il filtro va svitato del tutto, estratto con cautela e sciacquato con cura sotto l’acqua corrente. Poi va riavviato e richiuso lo sportello.


Muffa lavatrice: come scongiurarla

Le guarnizioni che stanno nella chiusura del cestello e ai bordi dell’oblò, le vaschette e il cestello stesso della lavatrice sono un ricettacolo per muffe e cattivi odori. Per scongiurare il rischio basta passare una spugnetta imbevuta di sapone di Marsiglia sulle parti interessate. Per un risultato perfetto si consiglia poi un lavaggio a vuoto, veloce e usando pochissimo detersivo. Per la pulizia dell’oblò, invece, si prepara una soluzione composta sapone di Marsiglia liquido (1 cucchiaio), mezzo litro d’acqua, 100ml di aceto bianco, 1 cucchiaio di bicarbonato e 4 gocce di olio essenziale di limone: gli ingredienti vanno inseriti in uno spruzzino, mescolati e quindi vaporizzati sull’oblò. Una passata e la lavatrice è come nuova.

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo