0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Menta: proprietà di questa pianta dai mille usi

La Menta è una pianta dal profumo deciso, inconfondibile e unico. Esploriamone le proprietà non troppo note. 

La menta è una pianta dalle mille proprietà.


Di menta in natura ne esistono diverse varietà anche se la più nota è quasi certamente la menta piperita, qui da noi ritenuta “pianta d’affari” poiché in Italia, precisamente in Piemonte, la produzione di questa varietà è una delle più elevate al mondo. 

Origini della menta

L'origine della menta è molto antica, si fa addirittura risalire al tempo degli antichi egizi, in cui era considerata addirittura sacra a Iside e al Dio della medicina Thot. 
I faraoni ne concedevano l’utilizzo solo ai sacerdoti per la preparazione dell’ilkifi, un unguento che si narrava donasse lunga vita e una mente sempre riposata. In un antico papiro egizio medico risalente 1500 A.C la menta viene collocata tra le piante con proprietà calmanti per i dolori di stomaco. Oltre ad essere considerata un valido alleato per il benessere del corpo, era scambiata anche a peso d’oro, tanto da poter essere definita moneta della natura.
I Greci e Romani adoravano profumare l'acqua con la menta e la lavanda durante un bagno caldo per le loro capacità rigeneranti e energizzanti.
In Oriente si dice fosse molto considerata in campo medico e secondo un’antica leggenda greca, narrata da Ovidio nelle Metamorfosi, Minta era una ninfa dall'immensa bellezza, che attirò le attenzioni del Dio Ade che se ne invaghì. Persefone, moglie di Ade, per la sua furibonda gelosia decise di trasformare la ninfa nella pianta. Il suo inconfondibile profumo invece fu un gesto segreto d'amore del Dio.
Nel Medioevo i monaci utilizzavano questa pianta non solo per i comuni malanni ma  per la sua capacità “scaccia topi”, grazie infatti al forte aroma si credeva che le foglie di queste piante tenessero lontani i roditori. 
Al giorno d’oggi si pensa che questa pianta sia molto utile per allontanare le zanzare, è infatti utilizzata a questo scopo insieme alla lavandacitronella, geranio, basilico e rosmarino.

Proprietà della menta

La menta è davvero una pianta dalle mille risorse medicinali e cosmetiche. 
Può essere impiegata per le sue proprietà cicatrizzanti, per curare stati influenzali, emicrania, disturbi di stomaco, stati di raffreddamento, mal di denti e alitosi.
Scoperte recenti ne hanno evidenziato la capacità anti-depressiva e stimolante dell’appetito. Viene utilizzata per calmare infiammazioni della cute e della pelle dovuta a prodotti cosmetici aggressivi e poco consoni, utile soprattutto alle pelli sensibili. Assoluta protagonista del mondo biologico perché considerata un alleato per salvaguardare il benessere naturale, può essere consumata tramite infuso o decotto
Nel Nord Africa e in Medio Oriente la menta è molto apprezzata per le sue capacità rigeneranti ed è utilizzata per dissetarsi durante giornate molto afose. Un buon thè alla menta richiama posti esotici del continente africano, questa infatti è la bevanda consumata  per eccellenza in Marocco, nonostante il fatto che la sua preparazione sia stata scoperta nella lontana Cina alla corte imperiale. 
La foglie di questa pianta sono inconfondibili, è facile riconoscerle in un prato tra altre piante non solo a causa del loro profumo, ma anche per la loro particolare forma e consistenza.
La menta risulta essere un ottimo repellente anche contro le formiche, mosche, serpenti, e vari tipi di insetti. Utilissima per salvaguardare il guardaroba negli armadi grazie alle sue proprietà anti-tarme. 
Insomma la menta può essere veramente un’utilissima alleata nelle nostre dimore. 

Controindicazioni

La menta può presentare, se utilizzata in dosi eccessive, effetti collaterali come nausea e vertigini . È inoltre sconsigliata in gravidanza , allattamento e a chi soffre di gastrite. Da non utilizzare la sera per le sue virtù energizzanti.

Curiosità

Una tradizione antica in paesi che costeggiavano il mediterraneo, era l'utilizzo di questa pianta e i suoi profumi nella prima notte di nozze, non solo come tappeto ornamentale ma per il suo dolce profumo afrodisiaco. Anche la menta viene ritenuta, come il fiore d'arancio, un simbolo legato alla sfera dell'eros.
La menta venne addirittura vietata in alcune civiltà perché il consumo di tale pianta era ritenuta talmente afrodisiaca da distrarre i soldati, rei di pensar troppo alle battaglie d'amore e non di guerra.
Utilizzata dai navigatori come rimedio contro il mal di mare, viene utilizzato ancora oggi anche per chi soffre di mal d'auto.
La menta, una sorpresa dopo l'altra!

Copyright foto: lzflzf /123RF
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo