Cuscino gravidanza: cos’è e a cosa serve

Fai una domanda
Il cuscino per la gravidanza regala sollievo alle future mamme nei mesi dell’attesa. Dopo l’arrivo della cicogna, invece, può essere usato per l’allattamento e il relax con il piccolo.

Cuscino gravidanza: un oggetto utilissimo sia durante l'attesa che nei primi periodi di vita del bebè.


Strumento utilissimo sia durante la dolce attesa, sia nei primi periodi di vita con il bambino, il cuscino gravidanza (o cuscino dell’allattamento) è sostanzialmente una soffice ciambella di stoffa realizzata con una lunghezza variabile - a seconda dell’altezza di chi lo deve utilizzare -, estremamente flessibile e incredibilmente morbido. Indispensabile per chi soffre di crampi alle gambe, tra i disturbi più comuni degli ultimi mesi d’attesa, aiuta a ottenere un sollievo immediato anche per chi soffre di mal di schiena o dolori alla cervicale

Cuscino per dormire in gravidanza: come funziona?

Il ”compito” principale del cuscino per la gravidanza – almeno nella sua fase iniziale – resta, comunque, quello di aiutare la futura mamma durante il sonno che, specie negli ultimi mesi quando la pancia diventa molto voluminosa, può diventare un’impresa abbastanza complicata. Il cuscino per dormire in gravidanza, infatti, “abbraccia” il corpo addormentato consentendogli di assumere una posizione fetale e alleviando il peso sulla schiena regalando, di conseguenza, un sollievo immediato. Ma non solo. Il cuscino della gravidanza, infatti, è un aiuto valido anche per quante nel sonno hanno l’abitudine di muoversi molto: con l’ausilio del cuscino, infatti, si tenderà a mantenere per tutta la notte la stessa posizione con il risultato che il sonno potrà procedere senza (troppe) interruzioni. 

Cuscino allattamento: uno strumento indispensabile

Ma lo stesso cuscino per dormire in gravidanza, con l’arrivo del piccolo si rivelerà uno strumento altrettanto indispensabile. Comodissimo durante l’allattamento, per esempio, la ciambella morbida aiuterà ad alleviare i dolori alla schiena – specialmente nei primi periodi dopo la nascita – e, in questi stessi momenti, potrà essere utilizzato come sostegno per tenere le gambe sollevate durante la notte o durante il relax sul divano. Nei primissimi periodi di vita del bambino, infine, nulla vieterà di utilizzarlo come barriera anti-caduta per i piccolissimi. 

Copyright foto: ambrozinio/123rf