0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come capire se piaci a una ragazza? La parola alla scienza

Come capire se piaci a una ragazza? All'atavica domanda risponde la scienza perché dalla voce (che si alza), alle pupille (che si dilatano), alle mani (che sudano) i segnali dell'attrazione sono ingovernabili.

Come capire se piaci a una ragazza? Leggendo i segnali (inconsci) che manda il suo corpo.


Come capire se piaci a una ragazza? Elementare Watson: controllando il tono della voce, la dimensione delle pupille, la mimica dei gesti, la sudorazione delle mani e il battito cardiaco. Così dice la scienza, per lo meno, che ha passato al setaccio i segnali scatenati dall’attrazione. Perché al di là dei sorrisi (che possono essere di circostanza), dei contatti (che possono essere casuali) e delle allusioni (che possono nascondere animi da profumiere), se davvero scatta la scintilla non c’è razionalità che tenga al linguaggio del corpo e siamo tutti preda delle tempeste chimiche.  

Capire se le piaci? Dal tono di voce

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, la voce è lo strumento per toccare corde attraenti. Fuor di metafora, nel 2010 un gruppo di ricercatori del College di Reading, in Pennsylvania (Usa) ha pubblicato sulla rivista Journal of Nonverbal Behavior i risultati dello studio che ha rivelato come il tono della voce cambi di fronte a una persona attraente. “Anche il modo di parlare è diverso - aggiunge Marco Pacori, psicologo, psicoterapeuta, direttore del Centro studi e ricerche sulla Comunicazione non verbale e autore del libro Il Linguaggio del Corpo in Amore (edizioni Pickwick) -, si usano numerose espressioni verbali di apprezzamento come 'ah!, ma va, pensa un po’'. Se c’è complicità, inoltre, gli studiosi notano un identico stile nel linguaggio, nell'intensità di voce nel ritmo: pause e silenzi sono brevi, le risate più frequenti. Spesso le frasi si accavallano perché è molta la voglia di raccontarsi”.

Capire le donne: a me gli occhi

Tutta colpa della dopamina rilasciata dal cervello quando ci s’imbatte in una persona attraente: dilata le pupille, non potete farci nulla. Spiega Donatella Marazziti, docente di Psichiatria all’Università di Pisa e autrice del libro La natura dell’amore (Bur): “Quando avviene un incontro romantico, l’amigdala, struttura che fa parte del sistema limbico e che gestisce le emozioni, reagisce come se la persona si trovasse di fronte a un pericolo, senza però provare paura”. L’unica soluzione sono un paio di occhiali con lenti a specchio (per vedere se si dilatano anche le sue).

Linguaggio del corpo femminile

Fa gli stessi movimenti che fate voi? Allora è fatta. Quello che gli psicologi anglosassoni definiscono mirroring, altro non è che l’imitazione inconscia dei gesti di chi ci attrae. Una tattica efficace, dice la scienza alla luce dello studio condotto nel 2009 durante una seduta di speed dating. “In genere è lei che dà il la all’interazione - spiega Pacori -, per esempio passandosi una mano fra i capelli o dondolandosi sulla sedia. Al che lui risponde con un altro gesto, come lisciarsi la cravatta, toccarsi l’avambraccio, appoggiare la mano sulla coscia, mettere il petto in fuori. Se, quando lei ripete il comportamento, lui reagisce con lo stesso segnale esibito la prima volta, significa che si è creata sintonia: l’interazione sul piano non verbale diventa una specie di tango, dove i movimenti dell’uno sono seguiti da precisi 'passi' dell’altro”.

Ha le mani sudate?

Sempre colpa del bombardamento ormonale del nostro cervello che scarica nell’organismo le cosiddette monoamine - dopamina, noradrenalina e serotonina - che, tra le altre cose, hanno effetti sulle ghiandole del sudore. Siccome la maggior parte delle ghiandole in questione sta sul palmo delle mani, è facile capire perché l’attrazione giochi brutti scherzi (soprattutto agli uomini). Tipo le mani sudaticce. 

Chiacchiera? Ha il batticuore? 

Se prendere il battito cardiaco al primo appuntamento non è consigliabile, fare attenzione a quanto velocemente parla può rivelare molto più dell’apparenza. A scatenare parlantina e batticuore sono sempre loro, gli ormoni - adrenalina e noradrenalina - rilasciati dalla ghiandola surrenale alla vista di una persona attraente. 

Copyright foto: Fotolia
Il documento intitolato « Come capire se piaci a una ragazza? La parola alla scienza » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.