0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Il Giorno della Memoria spiegato ai bambini

Il Giorno della Memoria spiegato ai bambini: ecco come affrontare questo discorso difficile per far capire ai più piccoli l’importanza del 27 di gennaio trasmettendo il ricordo della Shoah.

 

Il Giorno della Memoria spiegato ai bambini attraverso libri, film e discussioni con la mamma e il papà.


Il Giorno della Memoria spiegato ai bambini: l’impresa, indubbiamente, è ardua specialmente se i piccoli di casa hanno meno di 6 anni e quindi il racconto della Shoah rischierebbe di spaventarli piuttosto che insegnargli qualcosa. Questo, naturalmente, non deve far desistere perché – come dimostra la data simbolo del 27 di gennaio e come tutte le mamme e tutti i papà sanno perfettamente ogni giorno – è importante che i piccoli di casa conoscano questa parentesi buia che ha duramente segnato la storia del Novecento. Come fare quindi? Un primo suggerimento utile potrebbe essere quello di raccontare loro la storia partendo dalla visione di un (quasi) coetaneo.

 

Il Giorno della Memoria: libri per bambini e ragazzi

In ambito letterario l’esempio più celebre, ovviamente, è Il diario di Anna Frank che racconta l’adolescenza clandestina di questa bambina vivace destinata poi a morire ad Auschwitz. Non si tratta, però, dell’unica scelta possibile. Se i bambini amano le illustrazioni, per esempio, il consiglio è Bruno il coloratissimo albo in ricordo dello scrittore Bruno Schulz, mentre se sono fan delle letture ecco Storia di una ladra di libri. Per gli adolescenti, invece, l’ideale è il classico di Fred Uhlman, L’amico ritrovato, ma anche il romanzo di Judith Kerr, Quando Hitler rubò il coniglio rosa (edito da Rizzoli nel 2008).

 

Il Giorno della Memoria: film per bambini e ragazzi

Se però i bambini di casa non amano leggere anche la filmografia sul tema della memoria può offrire qualche alternativa. Qui si parte da Storia di una ladra di libri, versione cinematografica del romanzo, fino ad arrivare al classico La vita è bella di Roberto Benigni e all’altrettanto esemplare Il bambino con il pigiama a righe. Anche Train de vie è fortemente consigliato per i piccoli di casa perché unisce all’ottima colonna sonora una storia di speranza che sembra un po’ una favola.

 

Il Giorno della Memoria: parlarne è indispensabile

Ma per spiegare ai bambini il Giorno della Memoria potrebbe anche essere utile lasciar perdere libri e film per ritagliarsi semplicemente un po’ di tempo nel corso della giornata e discutere con i piccoli di casa. Potrete così invitarli a riflettere – qualsiasi sia la loro età – sulle due tematiche della memoria e della discriminazione. Per prima cosa spiegate ai piccoli l’importanza del ricordo, magari invitandoli a riproporre un episodio che hanno vissuto molto tempo prima, e fate loro capire che la memoria è indispensabile per non ripetere gli stessi errori due volte. Anche gli esempi semplici possono essere molto utili: proponetegli, ad esempio, il ricordo di quella volta che ha battuto su uno spigolo facendosi male e spiegategli che - da allora - fa molta più attenzione quando si trova nelle vicinanze degli angoli: questi ricordi possono essere utili perché aiutano il bambino a capire che anche il loro contributo sarà indispensabile perché cose sbagliate e dolorose non si ripetano. A questo proposito, quindi, invitateli a parlare con voi dei loro pregiudizi e cercate di analizzarli insieme per poterli superare.


Copyright foto: Fotolia

Il documento intitolato « Il Giorno della Memoria spiegato ai bambini » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.