Confessioni private: Sara Tommasi e la perizia sul pene

Fai una domanda

Confessioni private: il film a luci rosse con Sara Tommasi finisce in tribunale. Lei sostiene di essere stata violentata dal cameraman che ha sostituito il porno attore, il porno attore urla al danno di immagine e nel frattempo il magistrato ordina una perizia sul pene di entrambi. 


Confessioni private: Sara Tommasi in tribunale con il suo film hard sul set del quale, dice lei, un cameraman l'avrebbe violentata.


Confessioni private: Sara Tommasi e la perizia sul pene del collega porno attore. Una notizia di cronaca che travalica i confini della fantasia boccaccesca quella riportata dal Corriere del Mezzogiorno e che vede nei (pochissimi) panni di protagonista questa ex bocconiana dall’esistenza un po’ confusa e dalla (chiacchieratissima) parentesi nel cinema hard. Ma andiamo con ordine. 

Tra una video intervista amatoriale con il (forse) fidanzato dipreista Andrea Diprè e una smentita su Facebook, Sara Tommasi ha avuto anche il tempo di concedersi una parentesi nel mondo del cinema a luci rosse interpretando – come si sa - un ruolo centrale nella pellicola Confessioni private

Sulla trama del suddetto film non è dato sapere, quel che è certo è che – sul set – qualcosa non è andato per il verso giusto. L’attore principale, infatti, (non riuscendo a lavorare, secondo la produzione, a causa dello stato confusionale nel quale versava la Tommasi) è stato sostituito dal cameraman nel suo ruolo di divo della pellicola. Il cameraman, però, secondo Sara Tommasi più che recitare l’avrebbe violentata. 

Dal set hard al tribunale, quindi, il passo è stato breve anche se le accuse di violenza, almeno in questa parte del processo, c’entrano poco. Alla sbarra, infatti, è finito l’orgoglio ferito dell’attore professionista che – tramite la pm Elena Guarino della Procura di Salerno – ha richiesto una perizia, da condurre fotogramma dopo fotogramma, sia sul pene dell’attore sia su quello del cameraman che lo sostituì.

La “consulenza tecnica”, che sarà condotta da un ingegnere elettronico, servirà a spiegare in tribunale il presunto danno d’immagine subito dal porno attore ma aiuterà anche a far venire a galla la verità visto che questi nuovi sviluppi nel processo sembrerebbero avvalorare la tesi delle violenze che l’ex showgirl ha più volte sostenuto di aver subito sul set.

Copyright foto: Kika Press

Potrebbe anche interessarti