0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Film anni 2000, la lista dei migliori degli anni zero

Film anni 2000: ecco un pratico vademecum che spiega il perché le seguenti pellicole siano un must per cinefili e non.


Film anni 2000: una scena tratta dal film "La vita di Adele" di Kechiche.


Gravity, 2013

Il film ci fa vivere un’esperienza sensoriale inedita facendoci sentire il vuoto opprimente dello spazio. Alfonzo Cuaròn spinge all’estremo i limiti del 3D e, anche se il film manca forse di spessore umano, non si può fare a meno di restare a bocca aperta di fronte alle sue immagini mozzafiato.

 
La Vita di Adele, 2013

La Vita di Adele detiene un record: tripla Palma d’oro, per le due attrici e per il regista. Colmo di realismo senza essere però una banale copia della vita reale, il film si focalizza tenacemente sui personaggi per seguirne la crescita e l'evoluzione nella società in cui vivono. Il tutto è filmato tramite una dilatazione temporale che costituisce il marchio di fabbrica del regista e che permette agli attori, come agli spettatori, di vivere un'esperienza particolare e unica durante la visione del film.


Drive, 2011

Drive scuote gli animi già a partire dalla magistrale sequenza di apertura con un inseguimento nella notte tra un driver e la polizia, nella cornice di una città che non è a misura d’uomo ma di macchina. Il seguito del lungometraggio resta fedele a questa immagine: impressionante capolavoro dal punto di vista estetico con pochi dialoghi che, privi di psicologia spicciola, sono laconici ma elettrizzanti. A metà tra film d’azione e film d’autore, l’opera ha la particolarità di avere una sua propria identità di genere. Vincitore del premio regia a Cannes, il film diventa un cult grazie anche e soprattutto per la performance di Ryan Gosling nelle vesti di un affascinante antieroe.

Una Separazione, 2011

Nessuno sa filmare meglio di Asghar Farhadi i conflitti interiori che tormentano gli individui riflettendo sullo schermo le preoccupazioni dell’Iran di oggi per mezzo di una scenografia molto efficace. Incentrato sul tema della ricerca della verità, il film mette in scena una triplice separazione: quella di una coppia, quella delle classi sociali, ma anche quella interiore dei personaggi con se stessi, sottolineando la frustrante frattura tra ciò che sognavano di essere e quello che sono veramente. Il film mette a confronto proprio questi personaggi che, misurandosi tra di loro, sembrano avere vita propria. Caratterizzato da una regia fluida e perfettamente misurata il film è reso celebre grazie all'interpretazione realistica e magistrale dei suoi personaggi.

Inception, 2010

Christopher Nolan riesce nella difficile impresa di conciliare il suo universo intimo alla potenza di un blockbuster di successo. Dotato di una struttura scenaristica eccezionale, Inception ci conduce lentamente nelle profondità di un intrigo via via più complesso ma anche piacevole. Non è facile scegliere deliberatamente la strada di un film d'azione per scavare con tanta immaginazione nei misteri della mente umana, eppure Nolan si mostra all’altezza delle sue ambizioni. 


Avatar in 3D, 2009

Nel film James Cameron ha radicalmente rivoluzionato gli effetti speciali grazie all’utilizzo del 3D e della motion capture. Un vero e proprio choc visuale che compensa ampiamente con una sceneggiatura semplice, vicina alla leggenda di Pocahontas.



Il Profeta, 2009 

Questo film che ha ottenuto nove premi César, tra cui quello di Miglior film e di Miglior regista, col prestigiosissimo Grand Prix al Festival di Cannes, entra di diritto nella storia del cinema. Non si può negare che con questa avvincente immersione nell’universo carcerario, Jacques Audiard ha dimostrato ancora una volta il suo talento di cineasta e la sua maestria nella direzione degli attori.

I Segreti di Brokeback Mountain, 2006

Non c’è storia d’amore più bella e romantica di quella che nasce sulle cime di Brokeback Mountain. La tragica storia amorosa tra due esseri che non hanno potuto amarsi rimane uno dei film più appassionanti e travolgenti di questo inizio secolo. La morte prematura di uno dei suoi interpreti, Heath Ledger, aggiunge un’ulteriore nota di tristezza e suggestione al film. 

Il Signore degli Anelli : Il ritorno del Re, 2003

Difficile ignorare la saga de Il Signore degli Anelli. Se gli spettatori sono unanimi nel dire che la trilogia è un successo a 360°, è perché ognuno dei tre capitoli è un vero e proprio concentrato di scene spettacolari e terrificanti che danno un nuovo significato all’espressione “cinema spettacolare”. 


Mulholland Drive, 2001

Avete mai provato uno strano senso di attrazione verso qualcosa di inesplicabile? Mulholland Drive fa parte di questo qualcosa. Con una fotografia splendida e una musica incantevole, il film esplora i sogni e le frustrazioni della città degli angeli di Los Angeles. Incontestabilmente il più grande successo di David Lynch

La città incantata, 2001 

Anche se il messaggio ambientalista del regista è meno importante ne La città incantata (vedi Princess Mononoke), Hayao Miyazaki non si era mai spinto così lontano nella poesia delle idee. La prova della sua incredibile popolarità è che La città incantata è stato il suo primo film a superare un milione di incassi in Europa.

ll favoloso mondo di Amélie, 2001

“Cambierà la vostra vita…” annunciava il trailer. Jean-Pierre Jeunet aveva forse previsto un tale successo? Qualunque sia la risposta, è certo che Amélie Poulain, eroina della Francia popolare, è riuscita a riaffermare il cinema d’oltralpe negli Stati Uniti e l’immagine di Montmartre agli occhi del mondo intero. Chapeau per quest'incredibile capolavoro cinematografico.

In the Mood for Love, 2000

In Italia il fascino del cinema hongkonghese colpisce il grande pubblico che aveva avuto raramente l’occasione di apprezzare la maestria del cinema orientale. Estetismo a oltranza, pellicola effetto seppia, sequenze contemplative a rallentatore, amori ostacolati, il film di Wong Kar-Wai offre un’immagine stereotipata dell’Asia estremamente evocativa per un pubblico occidentale. 

Copyright Foto: Kika Press
Il documento intitolato « Film anni 2000, la lista dei migliori degli anni zero » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.