Agorafobia: significato e sintomi

L’agorafobia indica una sensazione di panico e di angoscia quando ci si trova in spazi aperti e molto vasti, come ad esempio una piazza. Si caratterizza generalmente con un attacco di panico che paralizza il soggetto in tempi molto brevi.



Significato

L’agorafobia designa la paura degli spazi aperti e rappresenta un tipo di ansia specifica legata al fatto di ritrovarsi nei luoghi dove è difficile o impossibile fuggire, come per esempio quando ci si trova bloccati nella folla, in un mezzo di trasporto, in uno spazio ristretto o uno ampio, ecc. Il 95% dei soggetti agarofobici presentano un attacco di panico e l’ansia è tale che alcuni preferiscono evitare assolutamente tali spazi che possano provocare angoscia. L’agorafobia non conosce un luogo specifico (come per esempio gli ascensori o gli aerei), ma è legata al fatto di sentirsi come prigioniero in un contesto dove ci sono altre persone.

Sintomi

Durante un attacco di agorafobia si manifestano alcuni sintomi: palpitazioni e battito cardiaco accelerato, sudorazione e vampate di calore, intorpidimento e formicolio, tremore, brividi, sensazione di soffocamento, dolori toracici o addominali, nausea; vertigini e sensazione di svenimento, perdita di contatto con il mondo circostante (derealizzazione); depersonalizzazione (perdita di contatto con la propria persona); paura di impazzire e di morire.

Attacchi di panico con agorafobia

Gli attacchi di panico si manifestano almeno nel 2% della popolazione soprattutto durante l’adolescenza e l’età adulta, anche se non sono rare le occasioni nei bambini e negli anziani. La frequenza è molto variabile: alcuni possono essere vittime di attacchi di panico una volta all’anno mentre altri perfino due o tre volte a settimana. Anche l’evoluzione non è sempre la stessa: in un terzo delle persone, gli attacchi di panico spariscono completamente durante l’età adulta; per i due terzi rimanenti, invece, essi non solo perdurano ma tendono ad aggravarsi. Questo tipo di disturbo risponde anche ad una componente genetica. I soggetti che presentano un disturbo legato all’agorafobia tendono ad evitare degli spazi vuoti molto grandi ma anche i mezzi pubblici.


Foto: © wavebreakmedia - Shutterstock.com
Pubblicato da MarziaChiriatti. Ultimo aggiornamento 13 marzo 2018 alle 18:19 da AnnaBellini.
Il documento intitolato «Agorafobia: significato e sintomi» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.