Giramenti di testa: sintomi e rimedi

Ottobre 2017

I giramenti di testa sono raramente segnali di gravi patologie e rappresentano più di una semplice sensazione fisiologica. Ecco le cause e le cure da fare in caso di giramenti di testa.


Definizione

Avvertire un capogiro o avere una vertigine (sinonimi comuni che indicano un giramento di testa) indicano una sensazione che varia da soggetto a soggetto, piuttosto che rappresentare una malattia ben definita. Questi giramenti di testa, spesso vengono vissuti come un’emergenza, anche se, nella maggioranza dei casi, rappresentano eventi benigni, che durano pochi secondi e che vengono avvertiti come un insieme di sensazioni di smarrimento e rotazione del capo.

Sintomi delle vertigini

Le vertigini sono il risultato di un insieme di varie sensazioni tra cui l’apparizione di una grande debolezza, l’impressione che la testa sia vuota e che giri. Si manifestano anche sensazioni di movimento del corpo o dell’ambiente (l' impressione della “stanza che gira”) e perdita di equilibrio. Esse sono spesso accompagnate da nausea, perdita d’equilibrio e problemi a camminare. In caso di labirintite le vertigini definiscono un sintomo correlato al sistema vestibolare dell’orecchio interno, coinvolto nel corretto equilibrio e nella postura.

Differenti tipi di vertigini

Vertigini fisiologiche

I giramenti di testa interessano uno squilibrio del corpo quando il cervello è sottoposto a un disturbo. Breve e transitoria si può presentare se si soffre di mal di mare, se si capovolge la testa, nel caso in cui si guarda in basso in caso da posizioni medio alte, come balconi o ruote panoramiche, alture.

Vertigini psicosomatiche

Non legate ad alcun problema fisico o fisiologico, esse si manifestano in quei soggetti che soffrono di patologie psicologiche come l’agarofobia (paura degli spazi aperti) o la claustrofobia (paura degli spazi chiusi); in casi di ansia o durante alcuni gravi attacchi di panico.

Vertigini patologiche

Questo tipo di vertigini sono legate a problemi che interessano il sistema visivo (gli occhi), vestibolare (l’orecchio) o degli otoliti, in questo caso si parla di vertigini posizionali. Le vertigini patologiche interessano anche il sistema nervoso centrale , ad es. per i casi di sclerosi multipla, in questo caso di parla di vertigini soggettive. Si possono presentare anche in caso di problemi alla cervicale. E si parla di sindrome di Menière per quelle vertigini che durano per tanto tempo, alle quali vi si associa nausea o vomito.

Rimedi ai giramenti di testa

Dopo un’attenta diagnosi del medico, che cercherà di capire se sono correlate a farmaci o a disturbi, di cui sopra, le vertigini sono solitamente curate o con farmaci specifici o con riabilitazioni vestibolari. In alcuni casi, purtroppo, non guariscono completamente e dunque il soggetto deve coesistere con gli stessi sintomi continui.


Foto: © jgolby - Shutterstock.com
L'articolo originale è stato scritto da p.horde. Tradotto da MarziaChiriatti. Ultimo aggiornamento 1 settembre 2017 alle 15:54 da ClaudiaScarciolla.
Ce document intitulé «  Giramenti di testa: sintomi e rimedi  » issu de Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) est mis à disposition sous les termes de la licence Creative Commons. Vous pouvez copier, modifier des copies de cette page, dans les conditions fixées par la licence, tant que cette note apparaît clairement.