0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La durata del parto

Si pensa al parto per tutta la gravidanza, e nascono tante domande sul travaglio, sulla durata... ecco cosa aspetta la futura mamma che si prepara alla nascita del proprio figlio.

Il parto è una fonte di gioia, ma anche di preoccupazione.


La durata del travaglio preoccupa molto le future mamme in attesa del loro primo bambino. Tra la storia della cugina e il racconto della collega, non è sempre facile sapere cosa le aspetta al momento del parto. In che modo avverrà? Quanto tempo può durare? Le domande sono tante e le risposte non sono sempre chiare e rassicuranti. Ogni donna è diversa, quindi anche la durata del parto varia molto a seconda dei casi. 

Come avviene il parto? 

Il parto passa attraverso diverse fasi; la prima, chiamata “periodo prodromico”, e corrisponde al periodo di tempo che passa tra le prime contrazioni e il travaglio vero e proprio, che fa parte della seconda fase, detta anche “periodo dilatante”, durante la quale si verifica la dilatazione del collo dell’utero. 
La terza fase è quella “espulsiva”, che porta poi alla nascita del bambino; in questo momento il nascituro scende lungo il canale vaginale fino alla totale espulsione. Quindici minuti dopo circa avviene l'ultima fase, quella del “secondamento”, che permette l’espulsione della placenta tramite un’ultima contrazione.

Quanto dura il parto? 

La durata del parto dipende da diversi fattori. Ad esempio, se la madre è al primo figlio, il parto sarà generalmente più lungo e potrebbe prendere dalle 2 alle 12 ore. Per ogni fase, inoltre, la durata media è variabile, ma generalmente, la prima fase e quella di dilatazione sono le più lunghe

Cosa accade durante il parto cesareo? 

Che il taglio cesareo sia stato programmato o no, questa operazione viene eseguita in tempi sempre più brevi.
Se non si tratta di un’urgenza (in quel caso sarebbe praticata un'anestesia totale immediata), viene applicata un’anestesia locale, epidurale o spinale, che ha bisogno di 15 minuti per agire. Una volta passato questo lasso di tempo, i chirurghi praticano un taglio orizzontale sotto l’addome (lungo la linea del bikini), lungo circa 15 o 20 cm, ed estraggono il bambino. 
Questa operazione richiede circa dieci minuti, ma bisogna restare altri trenta minuti in sala operatoria per l’estrazione della placenta e per i punti di sutura. In media, dunque, il parto cesareo dura circa un’ora o un’ora e mezza
Le mamme che desiderano assistere alla nascita del proprio bambino possono richiedere che il telo inserito per impedire di vedere l'incisione venga abbassato.

Copyright foto: Istock