0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Adottaunragazzo.it: la boutique dove le donne sono cacciatrici

Adottaunragazzo.it è il supermercato degli incontri: gli uomini stanno sugli scaffali, alle donne il compito di comprare. A un anno dal suo debutto in Italia il sito ha tirato le somme raccontando gli (ex) maschi latini.   

Adottaunragazzo.it è la versione italiana della piattaforma francese Adopteunmec, il sito di social dating numero 1 in Francia.


C'è la sezione Mister Chic "collezione autunno inverno", quella 100% Bellezza Mediterranea "freschezza garantita" e quella Rapper "tanta roba". C'è la settimana della Cresta Moicana e ci sono i nuovi arrivi "hipster". È come fare shopping in un centro commerciale, solo che in vetrina ci sono gli uomini: "la boutique online di uomini oggetto" si chiama adottaunragazzo.it ed è il primo social dating dedicato al gentil sesso. Ebbene sì, avete capito. Qui va tutto al contrariogli uomini si raccontano e giocano alla preda, le donne spulciano, scelgono e fanno la prima mossa come vere cacciatrici. Va da sé che i prodotti, come in ogni supermercato che si rispetti, sono divisi per categorie e ce n'è per tutti i gusti: con baffi, tatuati e piercingati, nerd, pelosi, palestrati e chi più ne ha ne metta. Per dirla con le parole di Glamour: "Bisogna proprio essere schizzinosi per non farci un giro". 

Nato in Francia cinque anni fa, oggi, con i suoi sei milioni di iscritti e 18 milioni e mezzo di email scambiate ogni meseè il primo sito di social dating a Parigi"Siamo un social network che vuole rompere con gli schemi imposti dalle società che vedono la donna recitare un ruolo passivo nel gioco della seduzione. La nostra è una nuova maniera di relazionarsi e conoscere persone nuove”, ha affermato Clara Bizien, direttrice del Marketing Internazionale del sito. 

Arrivato in Italia nel 2013 e amato tra i più giovani - l'85% degli utenti ha tra 18 e 35 anni - il Social si candida a diventare anche la cartina di tornasole di quel che fu il maschio latino. Perché oggi - si scopre grazie alla ricerca per hashtag lanciata dal sito - l'uomo non deve più essere macho. Meglio che sia vegano, o magari hipster. O artista. Al massimo rocker.   

A Milano, per esempio, vincono i #vegan. Al classico happy hour preferiscono l'aperitivo a base di stuzzichini alla frutta. Care donne, sappiatelo: nella capitale della moda i ragazzi sono consegnati con #cappellodacuoco e #unapianta. Hanno una predisposizione accentuata a #ballare e a #correre. 

Pare invece che l'uomo #hipster abbia conquistato Roma: pantaloni skinny con risvolto alla caviglia, cappellino con visiera rialzata baffi e una faccia un po' così. Nella capitale i ragazzi sono consegnati con #bicicletta e #gliamici e hanno una predisposizione accentuata a #scherzare e a #leggere.

Le amanti dei #rocker con giacche di pelle, borchie e stivaloni devono invece fare un salto a Firenze dove gli uomini sono tutti, o quasi, pronti a invitarvi al prossimo concerto degli Iron Maiden e sono consegnati con una #moto e #pettine. Nota a margine: hanno una predisposizione accentuata a #ridere e a #suonare.

Quelli napoletani, invece, sono #artisti che si dedicano alla pittura, alla scultura, alla musica e alla scrittura. Ragazzi che hanno quindi una predisposizione accentuata a #viaggiare e a #disegnare e sono consegnati con #scooter e #banjo.  

Infine Palermo, dove ad andar per la maggiore sono i ragazzi dalla #bellezza mediterranea. Carnagione olivastra, capelli e occhi scuri, sempre abbronzati e con gli occhiali da sole, i palermitani sembrano nati per far cadere ai loro piedi orde di donne. Una curiosità: hanno una predisposizione accentuata a #cucinare e a #disegnare e sono consegnati con #skateboard e #pesiemanubri. 

Insomma, per la prima volta tocca alle donne armarsi di arco e freccia e portare a casa la preda. D'altra parte il successo di Adottaunragazzo.it sta tutto nell'inversione dei ruoli e nel linguaggio disinibito ed eccentrico: "I nostri utenti trovano "obsoleti" e "barbosi" gli altri siti del settore - spiega Marie Gautheron, Direttore Artistico - Noi offriamo un mezzo per fare nuove conoscenze più adatte alla loro generazione, le cui dinamiche si sono evolute". Sébastien Sikorski, direttore sviluppo internazionale conferma: "Il successo proviene in primo luogo dal concetto molto forte che dà pieni poteri alla donna in un universo glamour”.

In Italia il successo è stato clamoroso: "oggi assistiamo ad alti tassi d’iscrizione - spiega Clara Bizien, direttrice marketing internazionale - e per preservare l’esperienza dei nostri utenti, abbiamo recentemente creato una fila d’attesa che permette un perfetto rapporto: 50% di donne a fronte del 50% di uomini". In risposta a chi, sulla pagina Facebook aveva denunciato anomalie, Bizien replica: "alcuni utenti maschi si lamentano della creazione di questa fila d’attesa e questo ci lusinga. Va detto che il sito permette ai più appassionati di non fare la coda, invitando 3 amiche. Proponiamo anche dei pass, a partire da meno di 1 euro al giorno, così che i nostri dolci utenti possano continuare a discutere in tutta tranquillità con le protagoniste del nostro sito. Che cosa c’è di più piacevole che essere membro di un sito esclusivo dove le donne possono rispondere serenamente alle dolci parole degli utenti senza essere inondate?".

Copyright foto: Adottaunragazzo.it  

Il documento intitolato « Adottaunragazzo.it: la boutique dove le donne sono cacciatrici » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.