Sideremia alta: cos'è

Fai una domanda
La sideremia è un esame che valuta la presenza di ferro nel sangue, valore, questo, legato alla transferrina, una proteina deputata a veicolare il ferro nel nostro organismo.


Cos’è la sideremia

La sideremia è un esame che misura il valore che misura la quantità di ferro presente nel plasma. Tale test è utile per diagnosticare diverse malattie, come alcune forme di anemia. La sua unica analisi non consente di determinare una diagnosi patologica, ma i suoi valori assieme ad analisi inerenti a ricercare i valori di ferritina e transferrina permettono di constatare il buono stato di salute di un individuo.

Valori della sideremia

Nell’uomo adulto i valori normali della sideremia, espressi in microgrammi/dl, sono tra 75 e 150, mentre nella donna adulta il valore medio deve stare tra 60 e i 140. Quando i valori della sideremia, slegati da quelli dell'emoglobina e della transferrina sono alterati e superiori alle massime sopra indicate si parla di sideremia alta, mentre in caso contrario si parlerà di sideremia bassa.

Sideremia alta

Un valore alto di sideremia può essere legato a stati e patologie molto diverse, per questo sono di solito necessarie ulteriori analisi. In linea di massima, comunque, si può avere uno stato di sideremia alta in relazione ad alcune forme di anemia, a ripetute trasfusioni, ad una scorretta alimentazione, ad un'epatite virale acuta o ad alcune malattie genetiche, come la talassemia.


Foto: © Steve Collender - 123RF