Perdite di sangue dopo il ciclo

Cristina Piotti

Piccole perdite di sangue dopo il ciclo: quali sono le cause e quanto durano? A cosa bisogna prestare attenzione? Ecco cosa c'è da sapere.
 

Sangue dopo il ciclo? Sono piccole perdite che, di solito, non devono preoccupare. © 9nong

 

Perdite di sangue dopo le mestruazioni, di norma, sono semplici episodi di spotting, piccole perdite scure tra una mestruazione e l’altra, di solito durante l’ovulazione: ecco perché perdite di sangue dopo 10 giorni dal ciclo mestruale possono essere normali e non devono causare preoccupazione, se non sono frequenti.

Perdite dopo il ciclo: cause

Perdite rosse dopo il ciclo? Possono essere di due tipi, disfunzionali o organiche. Le prime sono alterazioni ormonali dovute a cause molto diverse, che vanno dallo stress alla premenopausa. Le secondo invece vanno dalle cisti ovariche all’endometriosi, fino alle menopausa precoce. In entrambi i casi, le piccole perdite sono la spia di un problema risolvibile, ma che deve essere sottoposto all'attenzione del medico di famiglia. Come capire se la cause delle perdite è importante? Bisogna tenere nota della loro durata. Se sono frequenti, se sono più o meno abbondanti e se cadono sempre nello stesso periodo. Dopo aver raccolto questi dati, sarà più facile per lo specialista distinguere tra le due cause. 
 

Perdite di sangue dopo il ciclo e dolori (dopo un rapporto)

Perdite di sangue dopo una settimana dal ciclo, ma dopo un rapporto sessuale, possono essere dovute ad una piccola piaghetta cervicale. La piaghetta irritandosi provoca dolore e piccole perdite durante e appena dopo i rapporti. Sono si tratta quindi di problemi disfunzionali o organici propriamente detti, perché la piaghetta, per quanto dolorosa, passerà dopo poco. Se così non fosse, è bene andare dal ginecologo.
 

Perdite di sangue scuro fuori ciclo

Il sangue da spotting è di solito più scuro perché è ossidato a differenza di quello mestruale, che essendo fresco è più vivo e brillante.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.