Afte sulla lingua: cause e rimedi

Novembre 2017

L’afta è un’infezione benigna ma che può disturbare. Trattasi di una lesione o ulcerazione superficiale, non contagiosa, sulla superficie della lingua che conta qualche millimetro. Contornata da una zona infiammatoria, questa lesione è localizzata spesso nella mucosa della bocca e provoca bruciore, fastidio durante la masticazione e anche ipersalivazione. Il dolore può durare dai 2 ai 5 giorni.


Definizione

Un’afta è una piccola lesione sita all’interno della bocca che colpisce la parete interna e la mucosa della bocca. Le afte appaiono come piccole lesioni bianche o giallastre, dolorose e ben circoscritte da una linea rossa. Esse colpiscono soprattutto le gengive, l’interno delle guance e i bordi della punta della lingua. Colpiscono circa il 30% della popolazione, in prevalenza donne, e scompaiono spontaneamente dopo un periodo di evoluzione a scatti. Il trattamento dell’afta si basa su una buona igiene orale dentaria ed, eventualmente, l’applicazione di un gel anestetizzante locale che mira ad alleviare i dolori se sono troppo fastidiosi.

Cause

L'afta in bocca appare a livello delle labbra, della lingua e della guancia, delle gengive, del palato e ancora della gola. Le afte possono essere localizzate anche sui genitali, glande o vulva. Solitamente vengono da sole, ma a volte possono essere raggruppate in 3 o 4.
Le afte possono apparire in seguito a traumi, come morso della mucosa, a uno strofinamento troppo energico dei denti, o ad apparecchio. A volte le afte possono essere correlate ad alcuni alimenti come le noci, le fragole, le spezie, formaggi quali la groviera o i crostacei. Anche alcuni farmaci possono provocarne la sopraggiunta.

Fattori di rischio

Le donne sono i soggetti più a rischio, a causa dei cambiamenti ormonali e del ciclo mestruale. Un carattere ereditario, lo smettere di fumare o ancora lo stress e la fatica, sono annoverabili tra i fattori che provocano questo problema. Se sopraggiungono in maniera ricorrente, meglio consultare il medico.

Prevenzione

Igiene dentale

È necessario lavarsi i denti, idealmente utilizzando un dentifricio senza laurisolfato di sodio un agente tensioattivo presente nella maggior parte dei dentifrici che favorisce la sopraggiunta di afte in coloro che ne sono predisposti.

Alimenti da evitare

Come già accennato, alcuni alimenti favoriscono le afte: tra questi i crostacei, le mele, la groviera, le spezie, fragole e le noci.

Cattive abitudini

Alcune abitudini da evitare sono il mordicchiare la lingua, le labbra o la parete interna della bocca e lo strofinamento dei denti troppo forte. Altre responsabili sono le protesi dentarie mal posizionate.

Rimedi

Afte benigne

Per delle afte benigne, il trattamento è prettamente locale e si basa sui dei risciacqui della bocca con gel anestetizzante, spray boccale o pastiglie antibatteriche, antisettiche o anestetizzanti.

Afte recidive

Per le afte recidive si utilizza lo stesso trattamento di cui sopra sul quale si applicano diverse molecole, quali la colchicina, che previene le recidive, i corticoidi che accelerano la cicatrizzazione o la talidomide, che calma e previene i dolori.

Rimedi naturali

Se si sta già utilizzando una terapia medicamentosa, farlo presente al medico o al farmacista prima della prescrizione o dell’assunzione di un trattamento fitoterapeutico. Non sostituirsi al medico e in caso la situazione si aggravi, consultare il medico curante.

Mirra

La mirra ha la reputazione di avere proprietà antisettiche. Sotto forma di tintura, essa viene utilizzata contro le infezioni della bocca e della gola, come le afte, le gengiviti, in uso esterno, sotto forma di gargarismi o in applicazione.

Liquirizia

L’estratto di liquirizia ha proprietà antisettiche e lenitive che contribuiscono alla guarigione dell’afta. L’estratto di liquirizia si applica in uso esterno, tamponando la zona ulcerata. La liquirizia viene impiegata anche sotto forma di pasticche zuccherate.


Foto: © charnsitr- Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da . Tradotto da ClaudiaScarciolla. Ultimo aggiornamento 12 gennaio 2017 alle 15:48 da GraziaFontana.
Ce document intitulé «  Afte sulla lingua: cause e rimedi  » issu de Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) est mis à disposition sous les termes de la licence Creative Commons. Vous pouvez copier, modifier des copies de cette page, dans les conditions fixées par la licence, tant que cette note apparaît clairement.